menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strangolagalli, operai edili chiedevano soldi al datore di lavoro con minacce proposti per allontanamento

I Carabinieri della Compagnia di Sora, nella serata di ieri e durante la notte appena trascorsa, sono stati impegnati in un servizio coordinato predisposto per prevenire e reprimere i reati predatori, conseguendo i seguenti risultati:

I Carabinieri della Compagnia di Sora, nella serata di ieri e durante la notte appena trascorsa, sono stati impegnati in un servizio coordinato predisposto per prevenire e reprimere i reati predatori, conseguendo i seguenti risultati:

- In Strangolagalli, i militari della locale Stazione deferivano quattro cittadini moldavi, operai edili di età compresa tra i 31 e i 39 anni, i quali si introducevano all'interno della proprietà di un imprenditore del luogo e lo minacciavano intimandogli di onorare un presunto debito di settemila euro per dei lavori non retribuiti. I predetti, ricorrendone i presupposti di legge, venivano anche proposti per l'irrogazione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel suddetto comune per tre anni.

- Durante la medesima attività, gli stessi militari proponevano un 42enne e un 34enne residenti in provincia di Roma, censiti, nullafacenti, per il rimpatrio con F.V.O., con divieto di ritorno nel comune di Strangolagalli per tre anni.

Del corso del servizio, attuato da 9 militari e 5 automezzi, venivano inoltre:

? controllati 56 mezzi;

? identificate 72 persone;

? elevate 3 contravvenzioni al c.d.s.;

? controllati 5 esercizi pubblici. SAN GIORGIO A LIRI, SEGNALATI TRE GIOVANI ALLA PREFETTURA

Nella decorsa notte, in San Giorgio a Liri, i militari della locale Stazione segnalavano alla Prefettura di Frosinone un 22enne e un 20enne, entrambi residenti in Coreno Ausonio e un diciannovenne di Villa Santa Lucia, poiché controllati a bordo di un'autovettura, a seguito di perquisizione veicolare e personale venivano trovati in possesso di grammi 3,6 di sostanza stupefacente del tipo "hashish" ed una foglia essiccata di "marijuana", il tutto sottoposto a sequestro.

Nei confronti dei tre giovani, ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata altresì proposta di rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in quel comune per tre anni.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento