Nord CiociariaToday

Veroli, progetto pilota alternanza scuola lavoro “firmato” polizia di stato – liceo “sulpicio”

“Prevenzione e Sicurezza negli Stadi – Un percorso di Formazione ed Educazione alla Legalità nel mondo dello sport”.

DSC_0002

“Prevenzione e Sicurezza negli Stadi – Un percorso di Formazione ed Educazione alla Legalità nel mondo dello sport”.

Questa mattina, presso la sala conferenze della palazzina benessere della Questura, è stato presentatoilprogetto - pilota a livello nazionale di alternanza scuola – lavoro“Prevenzione e Sicurezza negli Stadi – Un percorso di Formazione ed Educazione alla Legalità nel mondo dello sport”, che vede coinvolti circa 40 studenti del Liceo Statale “Giovanni Sulpicio” di Veroli.

Il progetto,reso possibile dalla sottoscrizione della convenzione tra la Questura di Frosinone e l’istituto scolastico, intende indagare il fenomeno della violenza ed in particolare quella negli stadi, formulare e sperimentare le modalità di prevenzione nella previsione futura di uno stadio nel quale lo spirito sportivo si realizzi attraverso comportamenti denotati da correttezza e rispetto delle regole.

Gli studenti, impegnati nel corso di studi ad affrontare una formazione culturale – filosofica – giuridica su ogni forma di violenza, si cimenteranno in un’esperienza lavorativa con le professioni legate alla prevenzione di atteggiamenti non sportivi o comunque violenti.

Il Questore dr. Filippo Santarelli ha illustrato il percorso formativo che si svilupperà dalla giornata odierna fino al 18 maggio e che coinvolgerà, oltre gli “esperti” della Polizia di Stato – Primo Dirigente dott.ssa Antonella Chiapparelli, Primo Dirigente dott.ssa Agnese Cedrone, Direttore Tecnico Capo Psicologo dott.ssa Cristina Pagliarosi - anche figure esterne quali delegati del CONI, responsabili della società che gestisce la formazione degli steward, i “tecnici” del sistema di videosorveglianza del nuovo stadio “Benito Stirpe”, i rappresentanti del Frosinone Calcio e l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

I ragazzi sono stati accolti nella grande famiglia della Polizia di Stato, con la quale percorrere insieme il viaggio della legalità nella legalità - prosegue il Questore - e che permetterà loro di conoscere un mondo nuovo, in modo dinamico e con un importante interscambio dialettico.

L’approccio al sistema, affrontato in modo interdisciplinare,è stato integrato dall’intervento del Vicario dr. Giovanni Trabunella.

La finalità che il progetto si prefigge è quella di implementare un’educazione alla cittadinanza attiva e responsabile, promuovendo nei giovani studenti un sistema di valori legati all’insegna della legalità e del rispetto anche nelle dinamiche connesse allo sport.

I ragazzi sono stati accompagnati dal Preside dr. Salvatore Cuccurullo e dagli insegnanti prof. Luigi Spaziani e prof.ssa Emanuela De Persis.

Il Tutor del progetto per la Questura è il Sostituto Commissario Stefano Mancini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento