Nord CiociariaToday

Veroli, tanto interesse per il convegno sull'ozono terapia del dott. Francesco Raponi

"Il giudizio sulla tre giorni di convegno è positivo, perché c’è stato lo spirito del benessere tra i presenti ed inoltre abbiamo capito che questa metodica può agire su tutto il corpo per togliere i dolori e guarire i malanni”. Con queste

 

"Il giudizio sulla tre giorni di convegno è positivo, perché c’è stato lo spirito del benessere tra i presenti ed inoltre abbiamo capito che questa metodica può agire su tutto il corpo per togliere i dolori e guarire i malanni”. Con queste

parole il dott. Francesco Raponi ha chiuso il convegno che si è svolto per due giorni all’interno della splendida Abbazia di Casamari dove si è parlato di Ossigeno Ozono Terapia: Medicina del futuro, coordinato dal dott. Enrico Raponi.

Un convegno con illustri professori universitari, clinici e ricercatori che hanno evidenziato ad esempio, come l’ozono terapia è applicabile alla nefrologia, alle patie obliteranti, al trattamento della doppia diagnosi, all’odontostomalogia, alla psicoterapia, alla ginecologia, alle malattie dei denti, alla discopatia e nel campo veterinario. Insomma, l’ozono terapia è veramente la medicina del futuro che necessita ancora di più approfondimenti, perché è senza effetti collaterali, le cui fondamenta generali sono state già gettate con importanti risultati anche di guarigione di alcune malattie come appunto la discopatia grazie all’invenzione dei dott. Francesco Raponi e del Prof. Verga che hanno inventato il metodo DISCOSAN.

Il commento più appropriato però, lo lasciamo ad un partecipante che ha assistito sin dall’inizio alle due giornate il dott. Vincenzo Scarabeo Medico Chirurgo di Venafro che ci ha detto: “Un convegno esemplare, magistrale, dotto scientificamente, ben posto dai vari relatori che hanno espresso elementi scientifici di altissimo valore tecnico, anche clinico e di carattere persuasivo nei confronti degli uditori. Per cui la comunicazione è stata fluente, piacevole e i risultati ne sono venuti fuori tanti perché sia chi ha ascoltato,come me, che chi ha relazionato, dopo le varie loro formulazioni di tesi di argomenti hanno avuto delle domande da parte degli uditori, che hanno interloquito con loro ed hanno posto dei problemi. Quando i discendi pongono delle domande ai docenti, vuol dire che si son fatti capire ed hanno espresso bene il loro concetto e le loro lezioni”.

A questo noi possiamo solamente aggiungere che il dott. Francesco Raponi ha raccolto i frutti del lavoro che ha fatto in questi anni sulla terapia dell’ozono, uno dei maggiori esperti in Italia e forse anche nel mondo, e che il convegno appena concluso sarà il punto di partenza per insegnare attraverso l’università la terapia dell’Ozono.

Il dott. Francesco Raponi è andato oltre perché ha evidenziato anche in una mostra d’arte, con quadri di Silvia Baldan e Attilio Quintili curata da Cristina Mandosi, che cos'è l’ozono la cui molecola è entrata nell’arte (con loro anche Elena Dandini e Romano Orgiti). Molto apprezzata è stata la mostra di fotografia del dott. Salvatore Raponi dei forti momenti emozionali vissuti in Tanzania per oltre 40 giorni.

Simpatica la serata di gala con la performance del basso M° Roberto Lovera, che con la sua voce ha davvero incantato tutti, dando cosi al convegno quel tocco di classe, insieme ai due poeti romaneschi Dario Ludovici e Paolo Procaccini che hanno recitato Belli e Trilussa il tutto organizzato da La Sponda

C’è stato anche il momento i cui i convenuti, guidati ha Padre Buttarazzi, hanno potuto ammirare la bellissima Abbazia, grazie agli spunti forniti. Gli ospiti, inoltre, hanno potuto gustare l’enogastronomia ciociara di alto livello con i prodotti di Erzinio di Guarcino.

A tutti i convegnisti il dott. Francesco Raponi ha regalato quattro stampe prodotte dall’Associazione d’arte La Sponda di Benito Corradini in modo che tutti potessero metterle nei propri studi medici. Ha portato il saluto anche il prof. Biagio Cacciola, amico personale del dr. Raponi, che ha annunciato l’apertura dell’Innovation Research Center IMELSS Campus srl Dipartimento di Ozono Terapia di Terracina in Viale Europa e la creazione di una Fondazione, prima di partire per Dubai a rappresentare l’Italia in un incontro sull’ozono terapia.

Giancarlo Flavi (Video Filippo Rondinara)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento