SoranoToday

Ceccano, Ginevra Bianchini e Marco Mizzoni chiedono al commissario della asl rispetto per gli impegni presi

“La ASL di Frosinone promette e non mantiene!”. A doppia voce, è questa l’amara considerazione che i Consiglieri Ginevra Bianchini e Marco Mizzoni fanno alla luce di quanto ufficialmente promesso dal Commissario Straordinario, Luigi Macchitella,

Municipio Ceccano

“La ASL di Frosinone promette e non mantiene!”. A doppia voce, è questa l’amara considerazione che i Consiglieri Ginevra Bianchini e Marco Mizzoni fanno alla luce di quanto ufficialmente promesso dal Commissario Straordinario, Luigi Macchitella, nell’incontro avuto ad aprile con una delegazione dell’Amministrazione Caligiore sulle strutture sanitarie fabraterne. I due membri della nuova consiliatura cittadina, rispettivamente Presidenti, una della Commissione consiliare alla Sanità e l’altro di quella con competenze sul Patrimonio, si dicono “esterefatti del ritardo con cui la ASL sta procedendo per la realizzazione definitiva della REMS, che dovrebbe sorgere al posto del vecchio ospedale di Via FabrateriaVetus, all’incrocio con Via Anime Sante”. Questoperché dall’incontro di aprile, la ASL, pur avendo ufficialmente dichiarato con un comunicato stampa – Prot. n. 36617 del 19.05.2016 – che “entro fine giugno” avrebbe “presentato al Comune il Progetto definitivo per le relative approvazioni” a tutt’oggi non ha proprio prodotto nessuna documentazione. “Abbiamo eseguito accertamenti negli uffici comunali – dicono i due Consiglieri – per verificare se fossero giunti carteggi della ASL riguardo al progetto della REMS definitiva, ma invece ancora non c’è nulla!”. Dato che per la Bianchini “si tratta di un argomento fondamentale per la nostra città, non siamo affatto disposti ad accettare le chiacchiere, ma vogliamo i fatti e, come Amministrazione, non daremo nessuna tregua su questa storia”. Una storia che per Marco Mizzoni investe anche la Casa della Salute, “struttura per la cui attivazione a Ceccano abbiamo visto solo la passerella dell’Assessore Regionale Buschini e non altro!”. “Quando invece – prosegue il Consigliere - proprio per alleggerire il flusso di pazienti che congestionano il pronto soccorso di Frosinone, Ceccano avrebbe potuto già essere operativa ed invece anziché avere la prima Casa della Salute, si trova ad essere l’ultima cittadina a poter avere questa struttura, dopo che già Ceprano, Pontecorvo e Ferentino ne sono state dotate”. Ginevra Bianchini, in merito alla REMS definitiva, ricorda ironicamente sempre che “la ASL affermò che ‘entro il mese di settembre, con tutta probabilità, si potrà avviare il cantiere’, ma credo che ormai da cantierizzare sia soltanto chi promette e non mantiene!”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento