SoranoToday

Ceccano, Gizzi illustra i vantaggi dell’appalto ad hera luce srl

In merito alle polemiche in mala fede che nelle ultime settimane hanno avvelenato il dibattito politico e amministrativo sulla Gara relativa all’affidamento dei servizi di efficientamento, adeguamento, gestione e manutenzione degli impianti di...

comune di ceccano

In merito alle polemiche in mala fede che nelle ultime settimane hanno avvelenato il dibattito politico e amministrativo sulla Gara relativa all’affidamento dei servizi di efficientamento, adeguamento, gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione a Ceccano, credo che pochissimi si siano presa la briga di approfondire l’argomento con attenzione alla verità dei fatti. Bisogna partire da un particolare che molti falsi moralisti non menzionano mai: il Servizio comunale relativo alla Pubblica illuminazione non esiste più dal pensionamento del personale addetto alla Squadra, che ha operato nel Comune di Ceccano fino all’anno 2012. Ciò significa che dal 2013 in poi il servizio è andato avanti con gravi difficoltà e senza il personale in pianta organica. Tutti i ceccanesi hanno potuto constatare in questi ultimi anni la gravità della situazione con ritardi e difficoltà nella riparazione e sostituzione delle lampadine della pubblica illuminazione e tutti i problemi connessi. Come in tanti comuni italiani e della Ciociaria, anche Ceccano da alcuni anni stava riflettendo sulla necessità di affidare a terzi questo servizio e già nel 2012 una parte della documentazione era stata avviata. L’Amministrazione Comunale Caligiore ha reso operativa una delle proposte della campagna elettorale e, tramite gli uffici interni, ha disposto uno studio di “Audit Energetico” per conoscere i consumi reali annuali, con le fatture depurate dai conguagli, dai pagamenti di mesi a cavallo di due anni e dell’IVA al 22%. Questo studio ha dimostrato che nelle attuali condizioni del Comune di Ceccano la proposta più oculata sarebbe stata proprio quella di sottoscrivere un Contratto di partenariato pubblico-privato, ai sensi dell’art. 180 del Nuovo Codice degli Appalti. Nel Comune di Ceccano, centinaia e centinaia di pali della pubblica illuminazione sono ormai obsoleti, e rendere efficienti con il sistema a Led tutti i punti della pubblica illuminazione con circa 3.500 Led, avrebbe comportato un costo per il Comune di circa Euro 2.000.000. In pratica migliaia di Led da acquistare e poi chi li montava? Chi ne avrebbe garantito l’efficienza. C’era anche la necessità di montarli e smaltire le vecchie lampadine, con due persone fisse con il costo di circa 50.000 euro all’anno, in più l’acquisto di una Piattaforma elevabile mobile, cioè l’autocestello con il costo di circa 40.000 euro. Con la proposta di partenariato pubblico privato, il Comune ha potuto fissare l’Importo annuale del canone a base di gara a 460.000 Euro più Iva, contenendo al massimo la somma, in modo da favorire più possibile gli interessi del Comune. In tal modo abbiamo immediatamente e per ogni anno, una quota di circa 17.000 Euro in meno per la base d’asta. A ciò si aggiungano 24.150 Euro da ribasso d’asta del 5,25, cioè il ribasso offerto dalla Società aggiudicatrice. E 15.000 Euro di risparmio per la gestione degli impianti semaforici, inseriti a carico della Società nel nuovo contratto. Ma gli aspetti positivi comprendono anche molti altri elementi, fra cui: la riattivazione degli impianti delle telecamere di sorveglianza e il posizionamento di nuove zone di WI-FI. E soprattutto la gestione e manutenzione di una serie sterminata di punti luce in ogni angolo della Città e delle varie contrade. Per concludere questa prima analisi, tutta la gara è monitorata dall’Anac, Autorità Nazionale Anticorruzione e in tutti i suoi aspetti sono state rispettate le regole di legge come si vedrà nel prosieguo dell’aggiudicazione definitiva della Gara.

IL CONSIGLIERE ALL’AMBIENTE ALESSANDRO SAVONI ESPRIME VIVO APPREZZAMENTO PER L’INTESA CON HERA LUCE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di “vivo apprezzamento” parla Alessandro Savoni, Consigliere delegato all’Ambiente, riguardo all’affidamento dell’appalto dell’illuminazione pubblica che il Comune di Ceccano ha affidato alla Hera Luce Srl. D’altra parte per Savoni, come lui stesso conferma “non si può non apprezzare questa esternalizzazione che, oltre ad assicurare un fortissimo risparmio energetico, sotto l’aspetto ambientale garantirà un abbattimento del flusso luminoso, rilevabile con un continuo monitoraggio assicurato dalle migliori tecnologie disponibili sul mercato”. Per Savoni“avere finalmente risparmio energetico, affidabilità del servizio offerto e la completa riqualificazione diurna e notturna dei sistemi di illuminazione, pone Ceccano di certo all’avanguardia rispetto a come finora la nostra comunità era abituata”. Il Consigliere delegato all’ambiente polarizza inoltre le sue attenzioni anche “sull’abbassamento degli impatti ambientali fondati sulla base dei valori limite di emissione, intesi ad evitare o ridurre in modo generale le emissioni e lo stesso impatto sull’ambiente inteso nel suo complesso”. Non è, infatti, un caso che la scelta tra le diverse tecnologie presenti sul mercato e i diversi produttori da cui si rifornisce Hera Luce per i suoi servizi, siano parte di quello che Savoni definisce “un sistema di certificazione energetica che, è bene dirlo, risulta condiviso dall’Unione Astrofili Italiana, dalla sezione italiana della International Dark SkyAssociation, dall’Associazione Nazionale dei Produttori di Illuminazione e dai più avanzati produttori del settore”. Tenendo presente che il progetto di riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica del Comune di Ceccano andrà a basarsi sulla completa messa a norma - statica, elettrica e illuminotecnica - dei punti luce, sarà inoltre armonizzato alle misure per la riduzione e la prevenzione dell’inquinamento luminoso ed alla riduzione dei consumi energetici, attraverso l’installazione di nuovi apparecchi illuminanti LED che sostituiranno quelli esistenti, risalenti ormai agli anni ’70, per Savoni“tutti gli interventi concordati con Hera Luce, è evidente che mirano a migliorare l’efficienza energetica e la flessibilità gestionale di questo servizio, riqualificando completamente gli impianti comunali attraverso una precisa metodologia di pianificazione e di progettazione di cui finalmente il nostro Comune potrà dotarsi per gli anni a venire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, 147 nuovi casi in provincia di Frosinone. Positivo anche un dipendente comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento