SoranoToday

Ceccano - Patrica, frana la Monti Lepini di fronte al Patricano. La Regione non fa niente

C'è un tratto di strada della Monti Lepini che sta franando nell'indifferenza dell'Astral e della Regione. E' il costone che delimita la carreggiata a confine tra Ceccano, Patrica e Giuliano di Roma (più o meno

Stefano Belli-2

C'è un tratto di strada della Monti Lepini che sta franando nell'indifferenza dell'Astral e della Regione. E' il costone che delimita la carreggiata a confine tra Ceccano, Patrica e Giuliano di Roma (più o meno

di fronte al Ristorante ”Il Patricano”). Sono mesi che in quel tratto di strada è vietato il transito ai veicoli che pesano oltre 35 tonnellate, ma non basta. «La frana - spiega l’ex sindaco di Patrica, Stefano Belli - si sta ampliando e, nonostante i numerosi solleciti, l'Astral e la Regione non intervengono. Tra l'altro, in questi giorni estivi, il traffico è aumentato mentre i commercianti, già da tempo, lamentano un sensibile calo degli incassi». «In verità – aggiunge Stefano Belli – ricordo perfettamente le promesse del consigliere regionale Mauro Buschini (PD) ma, come è spesso abitudine dei politici di sinistra, alle parole non sono seguiti i fatti. Solo parole, promesse gettate al vento. Era ancora primavera quando venne dato incarico ad un geologo per

avviare una indagine geognostica che dovrebbe servire per definire la tipologia dell'intervento da attuare. Da allora tutto è rimasto lettera morta».

Tra l’altro, lo stesso consigliere regionale Mauro Buschini, annunciò l’avvio dei lavori a breve visto che , «L'intervento previsto – disse Buschini - rientra tra quelli finanziati dalla Regione Lazio per circa 26.000.000 di euro come annunciato in conferenza stampa dal Presidente Zingaretti il 6 di maggio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Ebbene, fino ad oggi il cantiere non è mai stato aperto e di quei fondi non si è vista traccia. «D’altra parte – commenta Stefano Belli – c’è poco da meravigliarsi, basta alzare lo sguardo verso Frosinone dove, per la frana del Viadotto Biondi ( a un anno e mezzo dallo smottamento) si attendono ancora gli interventi della Regione. Peccato che la Monti Lepini (soprattutto nel periodo estivo) rappresenta la via principale per il Mare per i frusinati. Ed ovviamente tutte le attività

commerciali della zona non possono certo essere penalizzate per l'incuria o la lentezza della macchina

amministrativa della Regione. Intanto, gli amministratori del PD continuano a fare promesse….E questa triste verità, purtroppo, è sotto gli occhi di tutti» conclude Stefano Belli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento