SoranoToday

Ceccano, sindaci da tutta la provincia per la conferenza stampa su Acea

La cordata anti-ACEA dei Sindaci si è ritrovata puntuale a Ceccano per la conferenza stampa convocata dal Sindaco Roberto Caligiore.

conferenza-1

La cordata anti-ACEA dei Sindaci si è ritrovata puntuale a Ceccano per la conferenza stampa convocata dal Sindaco Roberto Caligiore. Fatti gli onori di casa, il primo cittadino fabraterno ha immediatamente sottolineato che “quella intrapresa è una battaglia che va oltre i fronti partitici, in quanto vede coinvolti colleghi Sindaci di ogni estrazione politica i quali, con grande senso di responsabilità, hanno deciso di proseguire il percorso che da Ceccano iniziammo già il 15 dicembre scorso”. Un percorso al quale, con la loro presenza hanno risposto Sindaci e delegati dei Comuni di Frosinone, Cassino, Sora, Arnara, Fiuggi, Pofi, Pontecorvo, Pico e S. Vittore del Lazio, pur essendo la cordata molto più ampia, visto che a causa di impegni istituzionali, i Comuni di Acuto, Arpino, Boville, Casalattico, Collepardo, Gallinaro, Monte S. G. Campano, Picinisco, Piedimenote S. Germano, Pignataro Interamna, Ripi, Roccasecca, Settefrati, Strangolagalli, Vallerotonda e Vicalvi, hanno telefonicamente confermato al Sindaco Caligiore di condividere l’azione e per questo da lui sono citati in conferenza. Subito dopo la parola è passata a Nicola Ottaviani, Sindaco del capoluogo che ha ribadito “di avere forti perplessità riguardo all’operato della STO, sul quale abbiamo ragione di temere che non sia né completo, né analitico, né puntuale, anche perché i rilievi esposti nella Delibera n. 51/2016 dell’Autorità per l’Energia elettrica, il Gas e il Sistema idrico, lasciano presupporre questo”. Un’analisi rinforzata con meticolosità anche da Carlo D’Alessandro, Sindaco di Cassino, il quale ha fatto rilevare come “ogni relazione deve essere puntuale e non fondarsi su un’eccessiva genericità, da cui non emerge minimamente un riepilogo di tutta la mancata erogazione idrica subita dai cittadini e questo è, ad esempio, una mancanza evidente e che in noi Sindaci lascia molte perplessità”. Discorso più sintetico ma significativo anche per Roberto De Donatis, Sindaco di Sora, che ha evidenziato “come per la scarsa qualità del servizio idrico esistente sul nostro territorio, per i Sindaci diventa un dovere d’ufficio stare uniti per la risoluzione contrattuale con il gestore idrico”. Roberto Caligiore che, ha parlato anche a nome dei numerosi comuni assenti, ha confermato che “a mettere in seria discussione l’operato della STO è la stessa Autorità per l’Energia elettrica, il Gas e il Sistema idrico e pertanto stiamo valutando la possibilità di chiedere, a breve, anche la convocazione di un’Assemblea dei Sindaci per valutare se è corretto o meno l’operato della segreteria tecnica operativa dell’Autorità d’ambito ATO 5 Lazio Meridionale - Frosinone ed aprire così una fase nuova”.

LICEO CECCANO, TUTTI CONNESSI ALLA RETE INTERNET IN 200, TEST D'INGRESSO GIÀ CORRETTO

Sono stati quasi 200, tutti connessi alla rete Eduroam del Liceo con il loro smartphone, o tablet o computer, il BYOD vero e proprio, hanno iniziato alle 10 dopo essere stati inseriti in un gruppo di Google Classroom. Finito il test di matematica alle 11,30, un quarto d'ora dopo era già tutto corretto. Ecco le possibilità date dalla combinazione tra la disponibilità della banda ultralarga della rete Garr, tramite Edunet dell'Università di Cassino e del Lazio Meridionale e la scelta del BYOD (Bring Your Own Device, porta il tuo dispositivo). Sono venuti a scuola con il loro apparato ed ora i prof del Liceo, in una sola mattinata, hanno un quadro completo della situazione dei loro allievi, potendo così mettere in campo tutte le risorse necessarie per recuperare i prerequisiti eventualmente mancanti. Tutti gli allievi hanno già ricevuto sulla loro posta elettronica il risultato del test. La metodologia BYOD consente di avere risultati immediati e già verificati. Ora toccherà agli insegnanti mettere in atto le strategie didattiche più adeguate al dato oggettivo. Intanto la preside, prof.ssa Concetta Senese, ha voluto esprimere, in un messaggio, il suo ringraziamento agli allievi e alle famiglie che hanno colto l'opportunità offerta dal Liceo: vi ringrazio per la vostra disponibilità - ha scritto la preside - che testimonia quanto valore diate alla scuola e alla sua offerta formativa. Avete accettato di ripassare qualcosa durante l'estate, grazie ai video messi a disposizione dagli insegnanti, e siete venuti a scuola prima dell'inizio effettivo delle lezioni, avete affrontato seriamente la prova. E' un bellissimo inizio per il corso di Liceo che avete appena cominciato. Un grazie va anche agli insegnanti che hanno preparato gli strumenti elettronici necessari che hanno integrato i test d'ingresso: è stata una efficace dimostrazione di come le tecnologie e la rete internet a disposizione possano fortemente avvantaggiare i processi d'apprendimento degli allievi. Grazie a tutti.

COMMENTI POSITIVI PER L’INIZIATIVA DIDATTICA SULLA MEDIAZIONE VOLUTA DAL COMUNE DI CECCANO

il-docente-del-corso-dott-piero_iafrate-e-claudio_cerroni

Il corso di Mediazione civile e commerciale che, con il patrocinio del Comune di Ceccano si svolgerà da mercoledi 21 a domenica 29 settembre presso l’auditorium della Biblioteca comunale, “nelle località dove si è già svolto ha raggiunto ampi consensi”. A dirlo è il Dott. Claudio Cerroni, giovane ceccanese che ha proposto all’Amministrazione Caligiore questa opportunità formativa. Cerroni precisa di essersi “avvicinato alla materia della Mediazione civile e commerciale in occasione di un corso che è stato svolto a Febbraio nella nostra provincia e riconosco che è stata l’occasione giusta per approfondire meglio tutte le tematiche riguardanti questa nuova professione, sia a livello teorico che pratico”. Questo perché, come accadrà per quanti ancora possono iscriversi a Ceccano, verranno messe a disposizione di tutti i partecipanti attività formative che daranno al corso un taglio molto pratico, “cosa che – precisa il giovane ceccanese - molto spesso manca nella maggior parte dei corsi di formazione post-laurea”. Tra l’altro la stessa Amministrazione cittadina ha voluto mettere in campo questa iniziativa, favorendone anche l’economicità, affinché i giovani laureati di Ceccano possano avere un’opportunità in casa, anziché cercarla altrove. Anche la Dott.ssa Debora Valletta conferma “che questo genere di corsi vengono di solito realizzati nelle grandi città ed averli qui in provincia è davvero una fortuna”. Il corso di alta formazione in Mediazione civile, voluto dal Comune di Ceccano darà la possibilità di raggiungere obbiettivi concreti, fornendo al termine già l’abilitazione per svolgere il lavoro di Mediatore. Per le informazioni è stato attivato il 331 4822137, un numero telefonico dedicato al quale rivolgersi per formalizzare le iscrizioni che, a breve, saranno chiuse per il fatto che sono rimasti ancora pochi posti disponibili.

Ceccano, il comune attiva il sostegno per l’inclusione attiva (SIA)

fiorella-tiberia-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le classi più povere della popolazione ceccanese potranno usufruire ora del Sostegno per l’Inclusione Attiva”. A riferire di questa misura di contrasto alla povertà, che prevede l'erogazione di un aiuto economico tramite una carta di pagamento elettronica, cosiddetta “social card”, di cui potranno beneficiare per un anno le famiglie in condizioni economiche disagiate, è Fiorella Tiberia, Assessore ai Servizi Sociali della Giunta Caligiore. Grazie, infatti al decreto interministeriale del 26 maggio scorso “questo sostegno – ricorda Tiberia - già sperimentato nelle città italiane più grandi, è stato completamente ridisegnato ed ora è esteso anche ai 23 Comuni del Distretto Sociale B di Frosinone in cui è inserita anche la nostra città”. Pertanto, già da ora i cittadini in possesso dei requisiti potranno presentare la richiesta per ottenere questo beneficio, noto come SIA, presso gli uffici municipali dei Servizi Sociali. “Per fare in modo di dedicare la dovuta attenzione a questa importante attività – assicura l’Assessore ai Servizi Sociali – abbiamo attivato un apposito orario di ricevimento in cui gli uffici saranno a disposizione di quanti possono presentare la richiesta”. Infatti i Servizi Sociali del Comune di Ceccano saranno aperti esclusivamente per il SIA tutti i lunedi, i mercoledi e i venerdi dalle ore 9 alle ore 12,30, fasce orarie durante le quali sarà possibile presentare la domanda ed ottenere così tutta l’assistenza necessaria per compilare correttamente la modulistica che, oltre poi al controllo comunale, sarà anche verificata dall’INPS a cui toccherà valutare i parametri di ogni famiglia al fine della concessione del beneficio. “Si tratta – spiega l’Assesore Tiberia - di una misura di contrasto alla povertà estrema che prevede si l’erogazione di un contributo economico di durata annuale, ma associato ad un progetto personalizzato di attivazione ed inclusione lavorativa e sociale”. Vuole, pertanto, essere una misura “ponte”, alla quale possono accedere al contributo i cittadini italiani o comunitari (o un familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente), come pure i cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, i richiedenti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: residenza sul territorio nazionale da almeno due anni; presenza nel nucleo familiare di almeno un minore o un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata; Reddito ISEE uguale o non superiore ad € 3.000; non aver percepito da parte di nessuno dei componenti del nucleo, nel mese antecedente la richiesta, trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale a qualunque titolo concessi da Stato o altre Pubbliche amministrazioni, di importo superiore ad € 600 mensili; non aver percepito da parte di nessun componente del nucleo NASPI, ASDI o altri ammortizzatori a sostegno del reddito a seguito di disoccupazione involontaria; non possedere autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 12 mesi antecedenti la richiesta, ovvero non possedere autoveicoli di cilindrata superiore a 1300 cc o motoveicoli superiore a 250cc immatricolati per la prima volta nei tre anni antecedenti. Il contributo economico avrà un importo mensile determinato in ragione della composizione del nucleo familiare ed è accreditato bimestralmente su una “social card” e dà inoltre diritto ad uno sconto del 5% su acquisti in negozi e farmacie convenzionate e l’accesso a tariffe elettriche agevolate. Anche sul sito web comunale saranno presenti tutte le informazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento