menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, dipendenti Amazon in sciopero. Manifestazioni davanti allo stabilimento fino al pomeriggio (foto)

Saranno una ventina le persone che manifesteranno, in rappresentanza delle sigle sindacali e nel rispetto delle normative anti covid-19, davanti il mega centro di distribuzione ai confini con il nord della Ciociaria

Partirà alle 11 e 30 di oggi la giornata di sciopero indetto da tutte le sigle sindacali dei lavoratori Amazon, in tutta Italia, ma anche nel nuovo stabilimento di Colleferro. Qui, dopo un’accordo con l’azienda, saranno una ventina le persone, in rappresentanza delle varie sigle sindacali, che nel rispetto delle normative anti covid-19 protesteranno in maniera pacifica nel piazzale adiacente il mega centro distribuzione.

Nelle settimane scorse avevamo dato ampia voce alle proteste che ci erano arrivate via mail e sui canali sociale dei lavoratori ai quali non era stto rinnovato il contratto di lavoro. La protesta andrà avanti per tutta la giornata fino alle 16 e 30 sotto lo sguardo vigile degli uomini del commissariato di polizia di Colleferro e dei carabinieri della locale compagnia.

Il comunicato dei sindacati

“La trattativa tra Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti ed Assoespressi, sulla piattaforma per la contrattazione di secondo livello della filiera Amazon, si è interrotta bruscamente a causa dell’indisponibilità dell’associazione datoriale ad affrontare positivamente le tematiche poste dal Sindacato. Nel contempo – si legge in una nota aziendale le OO. SS. sono costrette a denunciare la latitanza di Amazon sul tavolo del delivery e l’assenza di risposte della multinazionale americana in relazione alla prosecuzione del confronto, avviato a gennaio scorso, relativamente al personale dipendente ed a quello che opera negli appalti dei servizi di logistica.

Amazon manifesta, col suo comportamento inaccettabile, l’indisponibilità cronica ad un confronto con le rappresentanze dei lavoratori in spregio alle regole previste dal CCNL e ad un sistema di corrette relazioni sindacali. Il colosso di Seattle deve prendere atto, suo malgrado, che il Sindacato fa parte della storia e del percorso costituente del nostro paese e con questo deve confrontarsi, in Italia.

Alcuni punti rivendicati da FILT, FIT e UILT :
- Verifica dei carichi e dei ritmi di lavoro imposti nella filiera Amazon.
- Verifica e contrattazione dei turni di lavoro.
- Corretto inquadramento professionale del personale.
- Riduzione dell’orario di lavoro dei driver.
- Buono pasto.
- Adeguato importo dell’indennità di trasferta.
- Clausola sociale e continuità occupazionale in caso di cambio appalto o
cambio fornitore, per tutti.
- Premio di Risultato contrattato.
- Indennità Covid per operatività in costanza di pandemia.
- Danni e franchigie.
- Salute, sicurezza e formazione.
- Stabilizzazione tempi determinati e lavoratori interinali.

Per sostenere le giuste rivendicazioni delle lavoratrici e dei lavoratori, FILT, FIT e UILT, hanno indetto una prima giornata di sciopero di tutto il personale dipendente di Amazon Logistica Italia cui è applicato il CCNL Logistica, Trasporto Merci e Spedizione, Amazon Transport Italia e di tutte le società di fornitura di servizi di logistica, movimentazione e distribuzione delle merci che operano per Amazon Logistica ed Amazon Transport".

Le parole dei vertici di Amazon

"Oggi è previsto uno sciopero organizzato a livello nazionale da alcune sigle sindacali. In Amazon - scrive la numero 1 di Amazon in Italia  Mariangela Marseglia - rispettiamo il diritto di ogni individuo ad esprimere la propria posizione e voglio ringraziare personalmente i colleghi e i dipendenti dei fornitori dei servizi di consegna che ogni giorno lavorano per assicurare che possiate ricevere i vostri ordini.

L’emergenza sanitaria tutt’ora in corso ha avuto un grande impatto sulla vita di tutti noi. Prendiamo molto sul serio il nostro compito di continuare a fornirvi un servizio utile, così come quello di proteggere la salute e la sicurezza di tutto il nostro personale, permettendovi di acquistare e ricevere i prodotti di cui avete bisogno restando a casa il più possibile.

Il nostro impegno nei confronti dei nostri dipendenti non si ferma. Continueremo ad assicurarci che tutto il nostro personale sia adeguatamente protetto, monitoriamo i cambiamenti e aggiorniamo costantemente le misure preventive giorno per giorno. Offriamo test gratuiti e supporteremo in tutti i modi il piano di vaccinazione, appena sarà possibile, per far sì che ogni persona che frequenti i nostri siti venga adeguatamente assistita.

Essere l’azienda più attenta al cliente al mondo significa anche informarvi sulla realtà dei fatti, soprattutto quando questi rischiano di non emergere adeguatamente, per continuare a meritarci la vostra fiducia.

I fatti sono che noi mettiamo al primo posto i nostri dipendenti e quelli dei fornitori terzi offrendo loro un ambiente di lavoro sicuro, moderno e inclusivo, con salari competitivi tra i più alti del settore, benefit e ottime opportunità di crescita professionale.

Usiamo le più avanzate tecnologie e le mettiamo al servizio dei nostri lavoratori e fornitori per migliorare la sicurezza sul lavoro e semplificarlo.

Per saperne di più sul nostro impegno per i nostri dipendenti e i dipendenti dei nostri fornitori: https://www.aboutamazon.it/il-nostro-impegno Vi ringrazio per il continuo supporto e per le gentili parole di apprezzamento del nostro lavoro ricevute quest'anno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento