Valle Del Sacco

Aerospaziale, il 18 porta bene. Nella notte ancora un lancio riuscito per il Vega

Il lanciatore costruito nello stabilimento Avio di Colleferro ha portato in orbita Pleiades Neo 3, pioniere dei quattro satelliti di una costellazione d'avanguardia per l'osservazione della Terra

Il satellite viene posizionato sulla sommità del razzo

Mercoledì 28 aprile alle 22:50 (ora locale, 01:50 UTC di giovedì 29 aprile), il lanciatore Vega operato da Arianespace è decollato con successo dal Centro Spaziale Guyanese, segnando il ritorno riuscito di Vega costruito quasi interamente nello stabilimento di Colleferro alle porte di Roma e due lanci operati dai team Arianespace in meno di 72 ore.

Dopo il lancio c'è stato anche un momento molto toccante con i suoi colleghi che hanno ricordato Cristian Cemino il giovane di Colleferro morto qualche mese fa proprio mentre era a lavoro in Gourou.

La missione VV18 è stata condotta principalmente per il lancio in orbita di Pleiades Neo 3; pioniere dei quattro satelliti di una costellazione d'avanguardia per l'osservazione della Terra, Pleiades Neo 3 è stato completamente finanziato e prodotto dal suo operatore, Airbus.

Con VV18, Arianespace ha anche effettuato il dispiegamento di piccoli satelliti con il suo servizio di lancio condiviso SSMS (Small Spacecraft Mission Service). Vega trasportava un microsatellite di osservazione per l'agenzia spaziale norvegese Norsat-3 e quattro cubesat, per gli operatori Eutelsat, NanoAvionics / Aurora Insight e Spire. Gestito per la prima volta da Arianespace nel settembre 2020, il servizio SSMS è un progetto realizzato dal team spaziale europeo. Con il finanziamento dell'Agenzia spaziale europea (ESA), il servizio SSMS sarà presto integrato da MLS, un'offerta simile offerta su Ariane 6, che consentirà ad Arianespace di moltiplicare opportunità di lancio convenienti per piccoli satelliti e costellazioni.

"Faccio le mie congratulazioni ai team Arianespace, ESA e Avio per il successo del ritorno al volo di Vega", ha dichiarato Stéphane Israël, Amministratore Delegato di Arianespace. "Sono particolarmente orgoglioso dell'azione di tutti coloro che si sono mobilitati per realizzare l'impresa di due lanci, provenienti da due continenti diversi, in meno di 72 ore. Ben fatto a tutti voi! »

Le operazioni di produzione del lanciatore Vega, così come la preparazione del VV18, sono state attuate da Avio, il primo appaltatore industriale del lanciatore Vega, sotto la supervisione di Arianespace ed ESA, in seguito alle raccomandazioni della Commissione indipendente d'inchiesta istituita dopo il fallimento del volo Vega 17 (VV17).

VV18 è il terzo lancio di Arianespace nel 2021, dopo il successo dei due lanci della Sojuz il 25 marzo e il 26 aprile 2021 dalla base spaziale Vostochny in Russia.

Lanciatore leggero di nuova generazione, Vega si adatta perfettamente alle esigenze del mercato istituzionale e commerciale. Le sue prestazioni e versatilità consentono ad Arianespace di offrire la migliore offerta possibile per mettere in orbita carichi utili di piccole e medie dimensioni per una vasta gamma di missioni: missione in orbita eliosincrona bassa, missione balistica, missione in orbita di trasferimento fino al punto di Lagrange L1, il tutto al servizio di molte applicazioni (osservazione della Terra, scienza, istruzione, difesa). Con Vega C, Arianespace offrirà maggiori prestazioni e volume di carico per i suoi futuri passeggeri allo stesso costo.

La soddisfazione del sindaco Sanna

"Abbiamo tirato un sospiro di sollievo, come comunità, dopo molto fiato sospeso. Il volo di questa notte - ha scritto il primo cittadino colleferrino su facebook -  è andato bene ed anche questa volta i nomi di Avio e di Colleferro volano nello spazio dimostrando a tutto il mondo di cosa sono capaci le donne e gli uomini che lavorano dalle nostre parti. 

Questa notte anche un altro nome è volato in cielo assieme ai satelliti: quello di Cristian Cemino che i colleghi hanno dipinto sopra quello di Avio. A Cristian ed alla sua memoria hanno dedicato il volo. 
Nel 2022 saremo Capitale Europea dello Spazio per merito di Avio e di tutti coloro che in Avio lavorano, soffrono, sperano, credono di poter continuare nel sogno vero di toccare il cielo! Con l’assessore Francesco Guadagno stiamo lavorando affinché questo appuntamento, di portata europea, possa vedere Colleferro pienamente all’altezza del ruolo che gioca al tavolo con molte ed importanti città europee. 

Siamo felici per la bella notizia di questa notte, siamo commossi per il gesto profondo dei colleghi di Cristian, siamo fiduciosi che si possa continuare a lavorare sodo per conoscere sempre meglio cielo e terra, siamo convinti che per realizzare certi sogni e raggiungere certi traguardi si possa positivamente impegnare la propria esistenza".
 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aerospaziale, il 18 porta bene. Nella notte ancora un lancio riuscito per il Vega

FrosinoneToday è in caricamento