rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Valle Del Sacco

Agricoltura, il progetto "Filiera ed occupazione, il lavoro buono" a grandi passi verso il completamento

Tante le iniziative in programma per gli agricoltori che hanno deciso di abbracciare questo percorso 

Del progetto "Filiera ed occupazione, il lavoro buono" promosso dalla Pastorale sociale e Lavoro del Lazio Diretta da Claudio Gessi ne avevamo parlato nel novembre del 2021 raccontandovi dei terreni messi a disposizione dall'università Agraria di Valmontone che tramite un bando del Coordinamento territoriale dei Monti Tiburtini e valle del Sacco avevano messo in moto questo percorso virtuoso che dopo oltre un anno e mezzo ha cominciato a dare i primi frutti concreti.

E' di questi giorni, infatti, la notizia che il percorso va avanti e dopo la costituzione della cooperativa agricola, grazie alla collaborazione con Unione Cooperative Italiane - Unicoop) è iniziato anche il percorso della formazione tecnica gestione aziendale I, II, III livello in collaborazione con Tammanager s.r.l. La strada è quella della formazione di un metodo agricolo biodinamico in collaborazione con azienda biodinamica importante nella zona a sud di Roma come quella di Carlo Noro di Labico.

Si punta poi ad arrivare alla certificazione di qualità del prodotto e sostenibilità ambientale della lavorazione grazie alla collaborazione con il Crea (Centro di ricerca Alimenti e nutrizione). Per poi arrivare allo sbocco commerciale in mercati specializzati.

Ci sarà anche l’accesso privilegiato al credito bancario grazie alla collaborazione con Ente Nazionale Microcredito e la Bcc Bellegra. Inoltre, a breve verrà fornito un ulteriore servizio per il credito grazie alla collaborazione con Banca Etica per un percorso di accesso al credito a tasso agevolato esclusivamente per le aziende che rispettano i parametri di sostenibilità economica, ambientale, sociale. Tali percorsi sono aperti a tutti i produttori

Il primo mercato nei giorni scorsi a Colleferro

Nei giorni scorsi si è svolto in Piazza Caduti di Nassiriya a Colleferro il Mercato della Terra, un mercato regionale con la presenza dei migliori produttori da tutta la regione che si attengono rigorosamente  al disciplinare del cibo, buono, pulito e giusto.

Il Mercato della Terra, nato dalla Comunità Slow Food è un movimento che ha la sua forza nella rete a livello territoriale tra la comunità ed i produttori e, come indica la fondazione Slow Food, “nasce come luogo dove acquistare prodotti di alta qualità, ma anche spazi per costruire comunità, creare scambio e fare educazione”.

In questa meravigliosa cornice la Cooperativa Spiga d’Oro e la Cooperativa Biorto, rappresentate da Fabio Bruni, presidente della Cooperativa Spiga D’Oro hanno compiuto il loro debutto sostenute dal “Coordinamento Territoriale Monti Prenestini e Valle del Sacco” che, in un contesto economico, ambientale e sociale in continuo mutamento sta assumendo sempre più un ruolo trainante per i produttori del territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, il progetto "Filiera ed occupazione, il lavoro buono" a grandi passi verso il completamento

FrosinoneToday è in caricamento