Valle Del SaccoToday

Anagni, agevolazioni per l’occupazione del suolo pubblico nel centro storico

Occupazione del suolo pubblico: agevolazioni da parte  dell’amministrazione comunale con l’obiettivo di valorizzare il centro storico e sostenere l’immagine turistica e commerciale della città.

Occupazione del suolo pubblico: agevolazioni da parte dell’amministrazione comunale con l’obiettivo di valorizzare il centro storico e sostenere l’immagine turistica e commerciale della città.

Va in questa direzione la delibera adottata dalla Giunta che concede agli esercizi pubblici, in via sperimentale per il mese di agosto, di occupare per un massimo di venti metri quadrati lo

spazio a ridosso della propria attività in cambio dell’impegno di occuparsi del decoro e dell’arredamento urbano dell’area come alternativa al pagamento della relativa tassa. In pratica, locali, bar e ristoranti possono occupare spazi con tavoli e sedie impegnandosi a curare lo spazio concesso.

Altri tipi di attività (commercio di vicinato e artigianali) possono, invece, occupare il suolo pubblico per un massimo di cinque metri quadrati ai fini di attività promozionale, decoro e arredo (come

fioriere, vasi di piante, panchine e altro), sempre in alternativa al pagamento della tassa. Ovviamente questo non deve comportare ostacolo alla viabilità veicolare e pedonale.

Le concessioni degli spazi per gli esercizi pubblici, nella zona che va da Porta Santa Maria fino all’incrocio di viale Regina Margherita con via Giminiani, debbono essere autorizzati dalla Polizia Locale.

Per le altre attività commerciali l’autorizzazione sarà formalizzata dopo una comunicazione da inviare all’ufficio Commercio e al Comando della Polizia Locale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento rientra nel più ampio progetto dell’amministrazione comunale di rendere più vivibile il centro storico e venire incontro agli operatori commerciali in un periodo particolarmente critico dal punto di vista economico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento