Valle Del SaccoToday

Anagni, Buschini: “approvata delibera sul presidio sanitario ambientale

Nell’odierna seduta di Giunta, su proposta dell’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini e del Presidente Nicola Zingaretti, è stata approvata la delibera concernente la “Realizzazione di un Presidio Salute e Ambiente  presso l’Ospedale di Anagni”.

Ospedale Anagni-4

Nell’odierna seduta di Giunta, su proposta dell’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini e del Presidente Nicola Zingaretti, è stata approvata la delibera concernente la “Realizzazione di un Presidio Salute e Ambiente presso l’Ospedale di Anagni”. “Si tratta di un progetto assolutamente innovativo ed è il primo presidio sanitario ambientale in Italia per combattere le patologie legate all’inquinamento – ha spiegato l’Assessore Buschini -. Con uno stanziamento di circa un 1,1 milioni dotiamo dunque il territorio, nel cuore della Valle del Sacco, di una struttura funzionale per prestazioni e attività legate alle tematiche sanità e ambiente. Saranno previsti, tra le altre cose, uno sportello di ascolto e di informazione per la popolazione sui temi e i rischi ambientali; una struttura per la prevenzione (esami clinici, monitoraggio, controlli e sorveglianza soprattutto indirizzati a persone in età fertile e donne in allattamento); rafforzamento dei programmi di screening dei tumori già presenti sul territorio; un laboratorio per la prevenzione delle malattie respiratorie; un laboratorio per la prevenzione delle patologie cardiovascolari. Per il corretto svolgimento delle attività del Presidio Salute e Ambiente di Anagni la Regione Lazio destinerà un ulteriore finanziamento di 250 mila euro per l’acquisto di idonee apparecchiature sanitarie i cui fondi occorrenti saranno assegnati direttamente alla Asl di Frosinone”.

BIANCHI, DALLA REGIONE FINO A 5 MLN PER LE COOPERATIVE DEL LAZIO

Cinque milioni di euro dalla Regione per il sostegno al mondo cooperativistico che nel Lazio conta circa 6500 attività occupando oltre 95 mila lavoratori. In VIII Commissione infatti abbiano dato il primo via libera al piano triennale sulle cooperative 2016-2018 della Regione Lazio con la possibilità di finanziare sia azioni di supporto alle attuali cooperative che di sostegno all’avvio di nuove. Oltre 1,2 mln di euro nei prossimi due anni sarà destinato alle associazioni per formare chi gestisce una cooperativa, costituire banche dati digitali e realizzare attività di ricerca.- Così Daniela Bianchi, Consigliera Regionale del gruppo MDP e componente dell'VIII Commissione Consiliare, dopo l'approvazione in Commissione VIII dello schema di deliberazione di Giunta sul piano triennale (2016-2018) per la cooperazione

-E con l’accoglimento di una mia proposta di prevedere sistemi di misurazione dell’impatto sociale ci sarà la possibilità di misurare come e quanto le cooperative incidono, con la loro attività, al cambiamento e al miglioramento della vita quotidiana delle persone e sulla crescita di una comunità. Non è più sufficiente infatti che un’attività economica crei prodotti e servizi, ma è necessario che contribuisca anche alla qualità della vita dei territori che la ospitano.

Per questo la regione sosterrà anche la nascita di nuove cooperative, con la un fondo da 600 mila euro che coprirà parte delle spese di avvio di una nuova attività. A questa misura si aggiunge il fondo rotativo da 3 milioni destinato a tutte le PMI del Lazio che concede prestiti dai 10 ai 50 mila euro a tasso zero.

Le realtà cooperativistiche - conclude Bianchi - restano fondamentali per l’economia del Lazio e con queste azioni vogliamo rafforzare la loro capacità di fare innovazione sociale, dando valore al territorio e a chi negli anni è rimasto escluso dalla propria comunità.-

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento