Martedì, 19 Ottobre 2021
Anagni Ferentino

Anagni - Ceccano, sul filo dei 150 orari sulla Casilina speronando l’auto dei carabinieri  

I carabinieri del NORM-Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni,  arrestavano due individui di nazionalità slava, entrambi residenti in Napoli presso campo nomadi, per violenza e resistenza aggravata a pubblico ufficiale.

I carabinieri del NORM-Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, arrestavano due individui di nazionalità slava, entrambi residenti in Napoli presso campo nomadi, per violenza e resistenza aggravata a pubblico ufficiale.

Nella zona industriale di Anagni quattro persone alla guida della propria autovettura non si fermavano all'alt imposto dai militari, impegnati nel controllo della circolazione stradale, ne scaturiva un inseguimento iniziato in Anagni e terminato dopo circa 40 km fino a Ceccano.

L'autista del veicolo in fuga tentava diverse volte di speronare l'autovettura dei carabinieri per assicurarsi la fuga, mentre gli altri occupanti lanciavano numerosi oggetti dai finestrini nel vano tentativo di arrestare la corsa dei militari.

Nel territorio di Ceccano, ove nel frattempo erano giunti anche i colleghi del NORM della Compagnia di Frosinone nonché delle Stazioni di Ferentino, Frosinone, Frosinone Scalo e Ceccano, l'autovettura condotta dai fuggitivi finiva la corsa contro un muro costringendo due dei quattro occupanti a dileguarsi a piedi nelle campagne circostanti, mentre gli altri due venivano fermati e tratti in arresto dai militari operanti. Durante tali fasi gli stessi opponevano energica resistenza cercando di aggredire i carabinieri.

COMPAGNIA DI FROSINONE

Data odierna in Frosinone i militari del NORM della locale Compagnia, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. di Frosinone, traevano in arresto un 22enne cittadino rumeno per "maltrattamenti contro familiari e conviventi aggravati", "lesioni personali aggravate" e "sfruttamento della prostituzione".

Il predetto, nel corso degli ultimi anni, aveva costretto la propria convivente a prostituirsi ed a subire ripetutamente violenza anche dinanzi alla prole, in affidamento a casa protetta. L'arrestato a termine delle formalità di rito veniva associato alla Casa Circondariale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni - Ceccano, sul filo dei 150 orari sulla Casilina speronando l’auto dei carabinieri  

FrosinoneToday è in caricamento