Valle Del SaccoToday

Anagni, commenti positivi degli amministratori per il “nuovo volto” dell’ospedale

Commenti positivi da parte degli amministratori dopo l'incontro tenuto giovedì 9 marzo alla Regione Lazio dove l'assessore all'Ambiente, Mauro Buschini, ha illustrato il progetto del Centro di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica che si vuole...

Anagni ingresso Ospedale

Commenti positivi da parte degli amministratori dopo l'incontro tenuto giovedì 9 marzo alla Regione Lazio dove l'assessore all'Ambiente, Mauro Buschini, ha illustrato il progetto del Centro di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica che si vuole realizzare all'interno del presidio sanitario di Anagni per prevenire e curare le patologie causate dall'inquinamento.

Il consigliere provinciale Maurizio Bondatti, delegato all'Ambiente, dichiara: <Un progetto eccellente, quello presentato dall’assessore Buschini in Regione Lazio, in quanto sarà realizzata una struttura che si occuperà del nostro territorio purtroppo notoriamente martoriato dall’inquinamento ambientale. Una struttura che si occuperà, tramite indagini, controlli e monitoraggi, di patologie dell’apparato respiratorio, cardiovascolari e allergizzanti e delle forme tumorali. La struttura innovativa che nascerà sarà la prima in Italia, è già finanziata, e le attività previste saranno implementate in locali attualmente in disuso del presidio ospedaliero di Anagni.

Il fatto importante da sottolineare è che questo progetto non andrà assolutamente a sostituire quanto sottoscritto nell’Atto Aziendale per quanto riguarda i servizi ospedalieri, ma sarà parallelo e ad integrazione, così come è stato anche confermato dal rappresentante della Asl presente alla riunione, assicurando inoltre che a brevissimo ci sarà l’approvazione da parte della Regione Lazio, con la conseguente attuazione di quanto l'Atto contiene per Anagni compreso il potenziamento del pronto soccorso>.

Maria Grazia D'Aquino, consigliere comunale di Paliano, presente alla riunione della Regione Lazio delegata dal sindaco Domenico Alfieri, commenta: <La notizia del progetto di Centro ambientale che si intende realizzare è valida ed estremamente utile per cercare di dare risposte concrete alle problematiche del nostro territorio. Inoltre è un chiaro segno di volontà di non dismettere tutti i servizi sanitari nella nostra area, ma al contrario di potenziarli continuando a fornire ai cittadini specialità e competenze indispensabili al benessere di tutti. Questo progetto è un intervento destinato a caratterizzare in positivo la futura sanità del nostro territorio>.

Il consigliere comunale di Anagni Fabio Roiati, con delega alle Politiche sanitarie, rileva : <La proposta di istituire un centro per il monitoraggio dello stato di salute della popolazione residente in un territorio ad alto livello di inquinamento rappresenta un iniziale ed importante passo in avanti nel dare risposte alla domanda di assistenza sanitaria. In un territorio in cui, già lo studio Sentieri nel 2011 ha rilevato una maggiore mortalità per tutte le cause, si avvierà finalmente un percorso di controllo delle patologie legate all’inquinamento ambientale, con la partecipazione attiva del Centro di Epidemiologia della Regione Lazio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una particolare attenzione verrà data alla valutazione dello stato di salute della popolazione residente, in riferimento a patologie dell’apparato respiratorio, dell’apparato cardiocircolatorio e soprattutto un incremento dello screening oncologico>.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, muore in ospedale Massimo Santoro della storica gelateria “Bandiera Blu” di Colleferro

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento