Anagni Anagni

Anagni, Consiglio Comunale con un minuto di Silenzio per Emanuele. Approvato il Bilancio di previsione 2017

E' stato approvato il Bilancio di previsione del Comune di Anagni. Il via libera all'importante documento contabile, una manovra di 31 milioni di euro, è arrivato nella seduta di giovedì 30 marzo, aperta con un minuto di raccoglimento per la morte...

E' stato approvato il Bilancio di previsione del Comune di Anagni. Il via libera all'importante documento contabile, una manovra di 31 milioni di euro, è arrivato nella seduta di giovedì 30 marzo, aperta con un minuto di raccoglimento per la morte del giovane Emanuele Morganti di Alatri per esprimere il cordoglio della città e l'invito, espresso dal sindaco Fausto Bassetta, a "riflettere sulla direzione che sta prendendo la società" e a dire "no" alla violenza.

L'assessore al Bilancio, Aurelio Tagliaboschi, ha illustrato la struttura e l'impostazione del documento, sottolineando che tasse, diritti e tariffe dei servizi rimangono invariate nonostante le difficoltà economiche nelle quali l'Ente ancora si dibatte a causa della situazione finanziaria ereditata. A questo proposito ha ricordato che solo un mese fa sono state notificate al Comune richieste di pagamenti regressi (dal 2002 al 2011) per circa 4 milioni di euro. L'assessore Tagliaboschi ha spiegato, inoltre, che il Bilancio approvato è suscettibile di miglioramento in quanto si sta cercando di recuperare somme di tasse non pagate (oltre 14 milioni di euro la cifra quantificata).

Tagliaboschi ha anche elencato le opere pubbliche programmate in base al Bilancio di previsione: ampliamento della scuola primaria di Osteria della Fontana (sei aule e palestra); completamento del Museo Archeologico; completamento del canile; sistemazione di piazza Innocenzo III con realizzazione di bagni pubblici; sistemazione del parcheggio multipiano di via San Giorgetto; realizzazione del parcheggio nell'area della stazione ferroviaria; sistemazione frana della zona della Cattedrale; sistemazione degli Arcazzi; completamento delle aree verdi di Pantanello e Monti; nuovi spazi nell'ex tribunale; sistemazione del Centro Diurno donato al Comune dalla famiglia Roiati; recupero degli uffici comunali attualmente in disuso; totem informativi luminosi; interventi idraulici in località Monte Marino; rotatorie sulla via Casilina (bivio ex Winchester e località S. Isidoro); ampliamento del sistema di videosorveglianza.

APPROVATA ANCHE LA MORATORIA PER VIETARE IMPINTI DI RIFIUTI URBANI E SPECIALI

Il Consiglio comunale di Anagni ha approvato all'unanimità, nella seduta di giovedì 30 marzo, la proposta di moratoria per vietare sul territorio la realizzazione di impianti per il trattamento dei rifiuti urbani e speciali, pericolosi e non.

Si tratta di un atto di indirizzo in materia ambientale con il quale il Consiglio comunale propone di vietare gli impianti in fase di revisione del Pucg (ex Piano regolatore), ma anche le autorizzazioni in essere o di nuove realizzazioni.

Sul punto ha relazionato il sindaco Fausto Bassetta, che detiene anche la delega all'Ambiente, ricordando che l'argomento è stato posto all'ordine del giorno dell'ultima riunione del Coordinamento dei sindaci della Valle del Sacco affinchè tali decisioni siano omogenee e condivise.

Il sindaco Bassetta, sottolineando che un'ampia porzione del territorio anagnino è inserito nel perimetro del Sin (sito di interesse nazionale) "Bacino Valle del Sacco", e quindi altamente inquinato, ha evidenziato che l'area non è più nelle condizioni di sopportare impianti che non servano esclusivamente al fabbisogno locale.

La delibera votata da maggioranza e opposizione prescrive anche, infatti, di rappresentare alla Regione Lazio le particolari esigenze territoriali in prospettiva del nuovo Piano di gestione dei rifiuti.

La moratoria approvata, inoltre - ha spiegato il sindaco - tiene conto anche delle emissioni in fognatura degli incarichi industriali, con l'obiettivo di diminuirne i limiti, e propone di istituire un protocollo di intesa con l'Arpa e un laboratorio di analisi certificato per effettuare con costante controllo e monitoraggio sulle acque superficiali e in fognatura, al fine di valutare l'impatto delle emissioni industriali nel territorio anagnino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, Consiglio Comunale con un minuto di Silenzio per Emanuele. Approvato il Bilancio di previsione 2017

FrosinoneToday è in caricamento