menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale Anagni

Ospedale Anagni

Anagni, da giugno riprenderanno alcune importanti attività all’interno del presidio ospedaliero

Con l’arrivo di una ulteriore unità medica specialista in Cardiologia, assegnataria di una borsa di studio messa a disposizione da BancAnagni, la dottoressa Sonia Volpe, sarà possibile potenziare le attività di diagnostica clinica e strumentale...

Con l'arrivo di una ulteriore unità medica specialista in Cardiologia, assegnataria di una borsa di studio messa a disposizione da BancAnagni, la dottoressa Sonia Volpe, sarà possibile potenziare le attività di diagnostica clinica e strumentale cardiologica e sarà assicurata una più ampia assistenza cardiologica al punto di primo soccorso.

La dottoressa Volpe andrà ad affiancare ed integrare le attività ambulatoriali già svolte dai medici Aceto e Mollo. Questo premetterà di attivare un day service per la diagnosi e il trattamento dei pazienti con scompenso cardiaco e l'assistenza e il supporto cardiologico ad altri servizi (attività chirurgica, endoscopia digestiva, emodialisi ecc).

Sarà attivato anche una servizio giornaliero per il trattamento dei pazienti con ischemia critica d'arto non rivascolarizzabile e passibili di trattamento con prostanoidi in pompa di infusione secondo gli attuali protocolli.

Tali trattamenti consentono il salvataggio farmacologico d'arto in quei casi in cui non v'è spazio per gli interventi chirurgici di rivascolarizzazione diretta. Questi pazienti potranno essere trattati sotto il diretto controllo del dottor Pierluigi Edgard Mollo, coadiuvato dalla dottoressa Volpe in collaborazione con personale infermieristico esperto in questo tipo di trattamento infusionale

Altra importante novità è l'incarico affidato alla dottoressa Sandra Spaziani, direttore di Anestesia e Rianimazione del polo B e del polo A, relativo all' organizzazione ed al coordinamento delle attività anestesiologiche all'interno del presidio di Anagni, al fine di garantire assistenza ad alcune attività già presenti. In tal modo sarà possibile assicurare con la necessaria continuità e l'adeguata presenza la diagnostica endoscopica, l'esecuzione di esami diagnostici per immagini con contrasto (Tac, cistografie minzionali, flebografie?).

Infine, la presenza di unità cardiologiche e anestesiologiche renderà possibile la riapertura della sala operatoria per poter effettuare interventi chirurgici in regime di day hospital nonché il confezionamento accessi vascolari semplici per il trattamento dialitico da parte dei medici di Nefrologia.

<Gli impegni assunti alcuni mesi or sono dalla Direzione Aziendale nella persona del manager Isabella Mastrobuono - dichiara l'assessore comunale alla Salute, Fabio Roiati - vengono pertanto rispettati a tutto vantaggio della popolazione assistita che potrà vedere soddisfatta una notevole quota di domanda di assistenza sanitaria in ambito diagnostico e terapeutico per patologie ad elevata incidenza epidemiologica e per esami clinico-strumentali la cui esecuzione negli ultimi mesi ha costretto l'utenza a spostamenti verso altre strutture>.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento