Venerdì, 22 Ottobre 2021
Anagni Anagni

Anagni, è andato deserto l’avviso pubblico per la manifestazione d’interesse dell’ex deposito militare

Ieri pomeriggio (giovedì 4 agosto) il sindaco Fausto Bassetta ha tenuto una conferenza stampa per illustrare vari argomenti di cui l'amministrazione comunale di Anagni si sta occupando.

Ieri pomeriggio (giovedì 4 agosto) il sindaco Fausto Bassetta ha tenuto una conferenza stampa per illustrare vari argomenti di cui l'amministrazione comunale di Anagni si sta occupando.

Sulla perimetrazione del Sin (Sito di interesse nazionale) Bacino del Sacco, finalizzata alla bonifica di un vasto territorio, Bassetta ha ringraziato l'assessore regionale all'ambiente, Mauro Buschini, per aver messo a disposizione del Comune un tecnico valido come l'ingegnere Eugenio Monaco (Area Siti inquinati) che nei giorni scorsi ha illustrato la procedura a cittadini, aziende agricole e industrie che hanno proprietà nel perimetro del Sin e li assisterà durante l'iter appena avviato dal Ministero all'ambiente. <La perimetrazione - ha rassicurato il sindaco Bassetta - è un provvedimento cautelativo che non interdisce le attività. Si tratta di una procedura complessa, ma importante per il territorio per la quale sono stati stanziati importanti fondi e può essere un'opportunità per la rivalutazione dell'area interessata>.

Il sindaco di Anagni ha poi informato circa l'avviso pubblico, scaduto il 29 luglio, emesso dal Comune per raccogliere manifestazioni di interesse alla vendita dell'ex deposito militare: <Non sono arrivate proposte e questo smentisce chi pensava che ci fossero soluzioni preconfezionate. Troveremo altre modalità - ha aggiunto - per non abbandonare il sito ed evitare speculazioni>.

Durante la conferenza stampa, Bassetta ha spiegato anche perchè all'assemblea dei sindaci tenuta nei giorni scorsi alla Provincia ha votato sì alla proposta della Sto (Struttura tecnica operativa) relativa all'adeguamento tariffario per il servizio idrico gestito da Acea Ato5. <A fronte delle richieste del gestore, 77 milioni di euro di conguaglio, che non intendiamo assecondare, la Sto ha presentato una controproposta che riduce la richiesta a 34 milioni, quasi la metà, e prevede tariffe agevolate per famiglie bisognose. Se questa proposta non passa, l'Autorità nazionale per il sistema idrico approverà l'unica a sua disposizione, quella dell'Acea. Mi auguro che alla prossima assemblea, riconvocata subito con grande responsabilità dal presidente Pompeo, i sindaci trovino un accordo adeguato alle esigenze dei cittadini e che permetta l'attuazione del piano di investimenti. Fermo restando che è già in atto la procedura di risoluzione del contratto con Acea>.

Infine, l'assessore alla cultura Simona Pampanelli ha illustrato il programma dei festeggiamenti patronali appena iniziati. Anche in questo caso il sindaco Bassetta ha ringraziato l'assessore Buschini per i fondi regionali ottenuti per l'organizzazione degli eventi, predisposti per rendere omaggio a San Magno ma anche per valorizzare la città e renderla più attraente per i turisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, è andato deserto l’avviso pubblico per la manifestazione d’interesse dell’ex deposito militare

FrosinoneToday è in caricamento