menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
mani lavate

mani lavate

Anagni e circondario: Acea, i sindaci se ne lavano le mani con un “voto beffa”

Acea, sindaci da operetta e cittadini beffati; prima di loro, beffata la stessa Acea. In Italia abbiamo il primato, uno dei tanti, di saper godere delle strilla anche, anzi soprattutto, quando non servono a nulla. Acea è stata la vacca da mungere...

Acea, sindaci da operetta e cittadini beffati; prima di loro, beffata la stessa Acea. In Italia abbiamo il primato, uno dei tanti, di saper godere delle strilla anche, anzi soprattutto, quando non servono a nulla. Acea è stata la vacca da mungere, il carrozzone sul quale far salire compari e comparielli, la sigla buona per ogni stagione, soprattutto stagione politica. La legge Galli, 2 maggio 1995, stabilì che la gestione idrica non dovesse restare a carico dei singoli comuni; qualche anno dopo, da noi, impianti e gestione vennero trasferiti ad Acea. Per valutare il costo del servizio, da dividere tra i cittadini, si ricorse alla "media mediata" sul costo storico, considerato secondo i bilanci dei comuni. Una vera truffa per Acea: i comuni avevano in bilancio poste ridottissime, salvo poi ricorrere ai "fuori bilancio" che moltiplicavano diverse volte la somma di partenza. Poco male: le alchimie politiche avrebbero risolto tutto. In cambio di cosa? assunzioni a raffica, ed appalti e subappalti agli amici. Il centrosinistra fece incetta, ma col cambio della guardia, anche il centrodestra ricevette la "panicella". Gli assunti non erano idraulici, bensì amministrativi ed annessi e connessi; per i lavori, quindi, occorreva affidare a ditte esterne, nonostante l'esercito di dipendenti. Naturalmente anche gli obblighi minimali, tipo uffici periferici e tutto il resto, sono stati disattesi senza che alcuno se ne lamentasse. Quando poi altre branche di Acea presero il controllo della gestione rifiuti (termo combustori etc?), il quadro fu completo. È risibile la pantomina dei sindaci che, invece di costringere il gestore ad adempiere, fingono di demolirlo sparando colpi a salve. Acea Acque è la stessa di Acea Energia, rifiuti e tutto il resto. I gabbati sono, e saranno, solamente i cittadini. Vittime di una politica fasulla e sconsiderata. Chissà se si sveglieranno ? Geronimo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento