Domenica, 24 Ottobre 2021
Anagni Ferentino

Anagni, fermato albanese sul quale pendeva ordine di espulsione

Ad Anagni, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia traevano in arresto per violazione della normativa sull’immigrazione, un giovane di nazionalità albanese.

Ad Anagni, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia traevano in arresto per violazione della normativa sull'immigrazione, un giovane di nazionalità albanese. L'uomo veniva fermato e controllato dai militari operanti mentre passeggiava nel centro cittadino, sebbene avesse a suo carico, da circa quattro mesi, un decreto di espulsione dal territorio Nazionale emesso dall'Ufficio Territoriale del Governo di Brescia. Lo straniero, come disposto dall'A.G. competente, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

FERENTINO, 32ENNE DI ALATRI "BECCATO" CON LA "COCA"

Ferentino, i militari della locale Stazione, durante lo svolgimento di specifici servizi finalizzati al contrasto, alla vendita ed al consumo di sostanze stupefacenti, traevano in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 33enne, residente ad Alatri, con precedenti penali specifici e contro il patrimonio.

I militari operanti, a seguito di attività di osservazione, controllo e pedinamento, bloccavano il giovane, che si era rifugiato all'interno di un bar per disfarsi della sostanza stupefacente. I militari a seguito di perquisizione personale rinvenivano 2,5 grammi di "cocaina", suddivisa in 4 dosi, pronta per essere spacciata, mentre la perquisizione eseguita all'interno dell'autoveicolo in uso allo stesso, permetteva di rinvenire una ulteriore dose della medesima sostanza di grammi 0,5 nonché denaro contante di euro 260,00, provento dell'attività illecita. La sostanza stupefacente ed il denaro venivano posti sotto sequestro, mentre l'uomo veniva posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, fermato albanese sul quale pendeva ordine di espulsione

FrosinoneToday è in caricamento