menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anagni, il Palio di San Magno torna a Colle S. Angelo dopo 7 anni

Dopo sette anni, la Contrada Colle Sant’Angelo torna a trionfare nel Palio di San  Magno, giunto alla diciottesima edizione.   Piazza Innocenzo III, nel cuore di Anagni, è tornata indietro di centinaia di

Dopo sette anni, la Contrada Colle Sant'Angelo torna a trionfare nel Palio di San Magno, giunto alla diciottesima edizione. Piazza Innocenzo III, nel cuore di Anagni, è tornata indietro di centinaia di

anni: sono state rievocate le atmosfere medievali ed i fasti di un'epoca in cui i cavalieri si sfidavano nella giostra. E sabato si è rivissuto un assaggio di quei tempi, con la gara dell'anello che ha visto trionfare Massimo Frattali, che gareggiava in rappresentanza di tutta la contrada di Colle Sant'Angelo. Secondo posto per Trivio. Terzo gradino del podio per Cellere. Su un cavallo in corsa, con la lancia bisognava centrare degli anelli che diventavano sempre più piccoli durante la competizione. Le quattro manches si sono svolte davanti ad un pubblico numeroso ed entusiasta, formato anche da figuranti in abiti d'epoca. Grande la soddisfazione di Umberto Tommasi, vicepresidente dell'A.I.A.M., ovvero l'associazione che ogni anno organizza il Palio di San Magno ma anche quello di Santa Chiara. "Si tratta di una manifestazione che implica molta serietà dal punto di vista della sicurezza - ha commentato Tommasi - Bisogna dire grazie alle contrade che si impegnano e tengono molto in considerazione questo aspetto. L'edizione di quest'anno è un fiore all'occhiello per noi: c'è stata una grande affluenza di gente, composta ed educata". Alvaro Lepri, responsabile del Palio di San Magno, ha sottolineato lo spirito cavalleresco che ha animato la competizione. "Non è mancata la spettacolarità dell'evento - ha commentato - con una gara entusiasmante. Anche io ho vinto il mio palio, visto che non ci sono stati incidenti di percorso. Per questo mi sento vincitore anche io". Il cavaliere è stato premiato con un trofeo ed alla contrada vincitrice è stato consegnato il drappo disegnato da Donatella Gismondi. La manifestazione, presentata da Alessio Porcu ed Aurora Folcarelli, rappresenta uno dei momenti più caratteristici di questa estate anagnina, con i festeggiamenti in onore del patrono che sono stati organizzati dall'associazione T.a.c. System in collaborazione con il Comune: è stato allestito un cartellone denso di eventi di ogni tipo. "E' stata una bella giornata di festa per Anagni - ha dichiarato dal palco il sindaco Fausto Bassetta - I complimenti vanno agli organizzatori ma anche alle contrade che hanno animato il palio. È stata una competizione leale, dove non sono mancati gli applausi da ogni parte: un aspetto che dimostra l'importanza di partecipare ad un evento ricco di una valenza storica e folkloristica notevole". Gli appuntamenti andranno avanti per tutta la settimana. E da domenica si comincia con un'altra manifestazione ricca di storia e tradizione, ovvero il Festival del Teatro Medievale e Rinascimentale.

Fonte Agenparl.com

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento