Valle Del SaccoToday

Anagni, la pioggia e il freddo non fermano gli irriducibili che lottano per l’ospedale

A riunioni e manifestazioni che si svolgano il sabato pomeriggio, e per di più sotto la pioggia, non interviene mai nessuno. E’ stata una scommessa ardua, quella lanciata da Co.E.Sa, e come usa dire S.E. il Prefetto Zarrilli “chi osa, merita di...

ospedale-4

A riunioni e manifestazioni che si svolgano il sabato pomeriggio, e per di più sotto la pioggia, non interviene mai nessuno. E’ stata una scommessa ardua, quella lanciata da Co.E.Sa, e come usa dire S.E. il Prefetto Zarrilli “chi osa, merita di vincere!”. Alle 14.30, ora prevista per il ritrovo, c’erano una trentina di persone, che qualcuno definiva con ironia “il numero massimo secondo il palazzo”. Mentre la pioggia infittiva, a dispetto del sereno che aveva illuso per pochi minuti, ombrelli colorati e volti radiosi si avvicinavano, fiduciosi che l’happening avrebbe avuto successo. Alle 14.50 Valeriano invitava i presenti ad avvicinarsi al gazebo montato davanti la statua di San Pio, e gli oratori si alternavano rispettando i “pochi minuti” a disposizione di ognuno. Gli interventi forti e decisi, accomunati dal “non cederemo!”, scuotevano la platea, il prato virtuale costellato di corolle. Tra gli intervenuti più graditi, perché presenza significativa: Giuseppe De Luca, Simone Ambrosetti e Vittorio Save Sardaro; oltre a Corsi sindaco di Sgurgola e Girolami consigliere di Colleferro. Unanime la condanna per chi, da Marrazzo in poi, ha decretato la fine di un ospedale di cui vantarsi. Altrettanto unanime la decisione di insistere, di tentare ogni strada possibile (e anche impossibile) per ottenere almeno un Pronto Soccorso degno di tale nome. Oltre ad invocare la coesione tra le forze politiche di ogni colore, veniva deciso di occupare la Sala della Ragione ad oltranza, segnale forte e dal sicuro effetto mediatico. Emozionante esortazione veniva da Esterina, infermiera 93enne, che ricordava con foga e grinta quanto bene l’ospedale avesse fatto nella sua lunga gloriosa storia. Geronimo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento