Anagni Anagni

Anagni, la politica coi nervi a fior di pelle

Vittima del fuoco incrociato, fuoco amico ma non troppo, Fausto Bassetta cerca invano contromisure. Anche se il sindaco prova ad assorbire i colpi di rimbalzo, a lungo andare chi non vive di politica può stancarsi, e la concreta possibilità che...

Vittima del fuoco incrociato, fuoco amico ma non troppo, Fausto Bassetta cerca invano contromisure. Anche se il sindaco prova ad assorbire i colpi di rimbalzo, a lungo andare chi non vive di politica può stancarsi, e la concreta possibilità che non voglia ricandidarsi alimenta gli appetiti. Intanto "ne uccide più la penna che la spada", e sapere che attorno alla Table Ronde della Sala Gialla siede chi gli fa le pulci, lo innervosisce. Quello che sui social viene definito "il vero sindaco" assesta bordate da incubo, e se la vittima apparente è il nuovo acquisto dalla sinistra, nel mirino ci sono i due papabili di Progetto Anagni, soprattutto il "silente ma furbo". Il colonnello, convinto dalle sirene, vorrebbe tagliare la testa ai capaci uffici di Via San Giorgetto, facendo il gioco del suo Avatar che disarmerebbe "il re di Pantanello" gestendo da chioccia il settore più ambito. La recente "bomba carta" riferita a "bollette" o "tasse" inaspettate, è stata prova di nervosismo estremo, culminata nella pessima figura del 25 pomeriggio, un round sicuramente a favore di Natalia ed Ambrosetti. Ztl, ordinanze da obbedir tacendo, la farsa dell'ospedale ? e come il prezzemolo la sudditanza verso imprenditori che, novelli Attila, cercano di ammorbare una città già esausta. Geronimo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, la politica coi nervi a fior di pelle

FrosinoneToday è in caricamento