menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
tasca sperti

tasca sperti

Anagni, lo sfogo di Casapound: c’era una volta la Pro Loco …

Casapound Anagni, per bocca del leader Valeriano Tasca, interviene con l’ironia di sempre sulla vicenda Pro Loco, che sicuramente merita di essere ripercorsa. “ C’era una volta la Pro Loco di Anagni..... Ve l'avevamo preannunciato ed ecco i fatti...

Casapound Anagni, per bocca del leader Valeriano Tasca, interviene con l'ironia di sempre sulla vicenda Pro Loco, che sicuramente merita di essere ripercorsa.

" C'era una volta la Pro Loco di Anagni..... Ve l'avevamo preannunciato ed ecco i fatti: LA SITUAZIONE E' PRECIPITATA.

Siamo anche stanchi e stufi di avere sempre ragione ma così è purtroppo. A dicembre affermavamo che in Pro Loco non esisteva più nessuna legge e che tutto era in mano al padre padrone Petitti che di fatto da un anno e mezzo ha esautorato il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti e l'assemblea dei soci. I bilanci non vengono approvati eppure i soldi in Pro Loco continuano ad entrare e ad uscire e nessun consigliere ha mai visto un estratto conto. Come è possibile? Da agosto non c'è più il segretario della Pro Loco, che doveva essere rinominata dal Consiglio Direttivo e mai è stato fatto perché il vice presidente Petitti era interessato a porre in essere una sorta di contatto con la tv brasiliana Globo TV! E infatti Anagni è piena di brasiliani!!!!!!! Una vergogna infinita è l'assenza di Anagni dalla Bit di Milano. Addirittura c'è Boville Ernica...ma noi NO e questo perché la Pro Loco o meglio Petitti ha sposato la linea dell'amministrazione che è quella di pensare alle piccolezze e non ragionare in grande. Ma veramente si pensa di poter attirare i turisti con un semplice carnevale o i soliti mercatini? E per finire udite udite, l'ex presidente Fini, fortemente voluto da chi aveva pagato le tessere ( parliamo di molti soldi) per far eleggere la triade Fini, Stazi, Petitti, si è dimesso non solo da Presidente ma anche da consigliere della Pro Loco, facendo rientrare l'ex presidente Scandorcia. Casualita?! Noi pensiamo che sia l'ultimo tassello mancante per riproporre in Pro Loco i vecchi schemi che CasaPound Italia aveva scardinato con la famosa occupazione. Grazie a noi infatti la Pro Loco è stata aperta nei giorni di maggior afflusso turistico, e cioè il sabato e la domenica. Grazie a noi sono stati redatti il nuovo statuto, il regolamento dell'ufficio turistico e quello interno e sono state fatte molti iniziative che Petitti conosce bene ma fa finta di aver dimenticato. Un plauso va alla sola Valentina Sperti, fatta fuori anche lei, perché ha saputo ridare entusiasmo in Consiglio e ai volontari. Non c'è altro da dire se non che aspettiamo con ansia le dimissioni del Vice Presidente Petitti, un sussulto dell'amministrazione (visto che l'ufficio turistico della città è in mano ad un'associazione FINITA) e la speranza che la PRO LOCO SIA GESTITA DAI GIOVANI ANAGNINI non legati all'amministrazione però. Adesso qualcuno capirà perché volevamo un giovane a capo dell'associazione e il perché delle nostre battaglie contro questo incancrenito sistema politico anagnino che tutto sta distruggendo". Geronimo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento