Valle Del SaccoToday

Anagni, lotta senza quartiere alla Ludopatia. Un convegno per capire come si combatte

Organizzato dall’assessorato ai Servizi Sociali assieme allo SPI (Sindacato Pensionati Italiani) della Cgil, si è svolto un convegno sulla Ludopatia. Molto crudo e competente l’intervento della dott.ssa Laura Ciangola; apprezzato il lavoro del...

 

Organizzato dall’assessorato ai Servizi Sociali assieme allo SPI (Sindacato Pensionati Italiani) della Cgil, si è svolto un convegno sulla Ludopatia. Molto crudo e competente l’intervento della dott.ssa Laura Ciangola; apprezzato il lavoro del Sindacato. L’ass. Alessandra Cecilia ha dato ampio sostegno. Intervento pure di Giuliano Amore di Sdas, che ci ha fornito materiale video. La dipendenza dal gioco d’azzardo è classificata tra quelle comportamentali, ossia non legate al consumo di sostanze psicoattive, che presenta però meccanismi del tutto simili a quelli riscontrabili nelle dipendenze da sostanza.Si tratta quindi di una dipendenza subdola, un “male oscuro” appunto, perché non si manifesta con alterazioni dello stato fisico che ne segnalino la presenza, tanto che il giocatore stesso sovente non ne ha la percezione, pur sentendosi in una sorta di labirinto dal quale non riesce ad uscire.Caratteristiche principali di questa dipendenza sono:forte desiderio di giocare, difficoltà a controllare l’ impulso al gioco, sintomi di astinenza quando non si può giocare, bisogno di aumentare costantemente le puntate e i rischi per mantenere elevata lacondizione emozionale e di eccitazione, dare precedenza al gioco rispetto ad altre attività e altri obblighi, continuare a giocare nonostante le conseguenze negative. Geronimo (Video e servizio)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento