Valle Del SaccoToday

Anagni, per un incendio in un appartamento solo tanto spavento

I carabinieri del Norm della Compagnia di Anagni, a seguito di richiesta d’intervento, si recavano in via Ciavattino di quel centro in quanto all’interno di una abitazione sita al 2° piano di una palazzina composta da 6 piani e 24 appartamenti si...

foto attrezzi

I carabinieri del Norm della Compagnia di Anagni, a seguito di richiesta d’intervento, si recavano in via Ciavattino di quel centro in quanto all’interno di una abitazione sita al 2° piano di una palazzina composta da 6 piani e 24 appartamenti si era sviluppato un incendio a causa di un corto circuito provocato presumibilmente da un mal funzionamento di un apparecchio elettronico.

La centrale operativa della locale compagnia, allertata da un residente della zona che si era accorto dell’incendio, attivava immediatamente i soccorsi inviando sul posto una pattuglia del nucleo radiomobile composta da due militari, che giunti dopo pochi minuti sul luogo provvedeva ad evacuare l’intero stabile già invaso dal fumo. i militari, dapprima aiutavano ad uscire i proprietari dell’abitazione in fiamme, poi avvisavano i restanti condomini, agevolando l’uscita delle persone anziane presenti nella palazzina ed in particolare provvedevano a portare in braccio per strada e metterli in sicurezza due bambini di 6 e 3 anni che si trovavano con i genitori all’interno della abitazione sita sopra a quella interessata dall’incendio. Le fiamme, che si erano propagate nei vari ambienti dell’appartamento, venivano domate dai vigili del fuoco di Fiuggi. per gli inquilini della palazzina invece, subito portati al sicuro dall’intervento dei carabinieri, solo moltissimo spavento.

Cassino, controlli sui bar ristoro elevate pesanti multe

il Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, in relazione agli ultimi episodi di cronaca nonché alle segnalazioni da parte di cittadini, soprattutto di quelli residenti nel centro della città martire, ha ulteriormente incrementato i servizi serali/notturni volti a contrastare tutti quegli episodi riconducibili alla movida cassinate, nonché alla somministrazione di alcolici ai minori. Decorsa notte, i militari di quella Compagnia, nell’ambito di un predisposto servizio, controllavano tre esercizi commerciali di tipo “bar-ristoro”. A due di questi venivano elevate contravvenzioni, pari a euro 2.000,00 cadauno per l’omessa procedura di autocontrollo in materia di catena alimentare nonchè per il rispetto dei requisiti generali in materia di igiene - Art.6, co. 8 D.L. 193/2007, poiché veniva rilevata la mancanza dell’H.A.C.C.P. dei dipendenti (gli stessi maneggiavano gli alimenti senza rispettare le misure di igiene);

Cassino, rinvenuto furgone con arnesi da giardino rubati

il vigilante addetto al Centro Commerciale “Cassino1”, accortosi di un furgone bianco sospetto che usciva nel cuore della notte dal centro commerciale “Cassino 1”, si poneva all’inseguimento del medesimo avvisando la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Cassino. Una pattuglia del NORM della locale Compagnia si poneva alla ricerca del furgone che veniva poi ritrovato in località Casalucense di Sant’Elia Fiumerapido, lungo la carreggiata della Statale n.509 Cassino - Sora. Le ricerche degli autori dell’azione delittuosa davano esito negativo. Successivamente i Carabinieri rinvenivano all’interno del furgone degli attrezzi (si allega foto) da giardinaggio nuovi di zecca, oggetto di furto presso il negozio “Brico” sito presso il centro commerciale “Cassino 1”. La refurtiva, del valore di 4.000,00 euro circa, veniva restituita al legittimo proprietario;

foto attrezzi

Frosinone, rubavano monete dai distributori di bevande

i Carabinieri della Stazione di Frosinone hanno deferito in stato di libertà: due persone, un 30enne di Alatri ed un 26enne del Capoluogo, con precedenti per reati contro il patrimonio, riconosciuti quali autori del furto di monete dai distributori di bevande installati all’interno dell’Ospedale Civile “F. Spaziani” di Frosinone. I due uomini, nottetempo, si introducevano all’interno del predetto nosocomio e, dopo aver divelto il pannello anteriore dei distributori, si impossessavano del danaro contenuto. L’attento lavoro dei militari, che hanno visionato numerose registrazioni dell’impianto di video-sorveglianza interno, ha permesso di individuare con assoluta certezza i due malviventi; Inoltre, tre persone per “truffa in concorso”, due uomini di 29 e 39 anni ed una 34enne, tutti provenienti da Vallo della Lucania (SA) e con precedenti per reati contro il patrimonio che, all’interno di una sala giochi di un locale commerciale di questo Capoluogo, utilizzando un congegno meccanico che inserivano all’interno delle slot machine, riuscivano ad assicurarsi numerose consistenti vincite e per “ricettazione” un 26enne di Ladispoli (RM), con precedenti per reati contro il patrimonio, che utilizzava una postepay risultata rubata lo scorso anno per effettuare acquisiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento