Martedì, 19 Ottobre 2021
Anagni Piglio

Anagni, precetto Pasquale per i Carabinieri. Ricordato il 70esimo anno dal bombardamento

I Carabinieri della Compagnia di Anagni hanno celebrato il precetto Pasquale. Alla celebrazione della Santa Messa presso la Cattedrale Santa Maria, officiata da S.E. il Vescovo Lorenzo Loppa assistito dal Parroco Don Mario, Cappellano militare...

I Carabinieri della Compagnia di Anagni hanno celebrato il precetto Pasquale. Alla celebrazione della Santa Messa presso la Cattedrale Santa Maria, officiata da S.E. il Vescovo Lorenzo Loppa assistito dal Parroco Don Mario, Cappellano militare della Scuola Marescialli di Velletri (RM), hanno partecipato il Prefetto di Frosinone dott.ssa Emilia ZARRILLI, il Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone Giuseppe PATRIZI, il Col. Antonio MENGA, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Frosinone e tutti i Sindaci di: Ferentino, Paliano, Piglio, Serrone, Acuto, Morolo, Sgurgola, e il Commissario Prefettizzio del Comune di Anagni Dott. Raio e le Autorità locali della Giurisdizione, una folta rappresentanza del Personale in congedo ed i militari liberi dal servizio accompagnati da numerosissimi familiari ed amici. Durante l'Omelia S.E. il Vescovo si è soffermato sul concetto di Precetto Pasquale e sulla necessità per i Cristiani di seguire le prescrizioni del Santo Padre con la parola e l'esempio quotidiano. Al termine della cerimonia religiosa il Comandante della Compagnia di Anagni, Capitano Camillo Giovanni Meo, dopo aver ringraziato le Autorità Civili e Militari, ha parlato della particolare giornata, in cui oltre al precetto pasquale vi era la ricorrenza del 70° Anniversario del bombardamento Alleato di Anagni, in cui morirono 94 persone tra i quali due bambini di due mesi uno mentre si allattava dalla madre e oltre 200 feriti, facendo un breve cenno sul concetto istituzioni, che come diceva Pietro, il primo degli Apostoli, si servono con il rispetto profondo. E' stato ricordato anche il Luogotenente Santo BUSA' recentemente scomparso a cui è stata dedicata la Santa Messa. Alla cerimonia vi era una folta rappresentanza di alunni della scuole dell'infanzia, delle primarie e secondarie di Anagni, insieme allo storico nello Nello Proia, allo scultore Egidio Ambrosetti, al Vice prefetto Cappelli e tante altre persone. " Noi non vogliamo più la gurrea- ha esclamato il prefetto Zarrilli- affermare il principio della democrazia Siamo felici di donarvi la liberta che il passato ci ha consegnato. E mi auguro che alla scuola sia sempre ricordato. Vi auguro di avere un'amministrazione migliore".

Il Commissario Patrizi, invece ha chiosato: " Il ricordo del 70esimo anniversario è importante, perché la guerra ha distrutto il 75 percento della Ciociaria e il 100 percento Cassino. Sono cose che non devono più accadere e mi auguro che prevalga sempre più la democrazia".

G.F.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, precetto Pasquale per i Carabinieri. Ricordato il 70esimo anno dal bombardamento

FrosinoneToday è in caricamento