Martedì, 19 Ottobre 2021
Anagni

Colleferro, Papa (Unindustria): “I contratti di fiume una strada da percorrere per il recupero della Valle del Sacco”

“Utilizzare i contratti di fiume per il recupero e la valorizzazione della Valle del Sacco potrebbe essere una buona opportunità, o perlomeno un’altra strada da valutare, per il risanamento di un territorio della nostra provincia,

"Utilizzare i contratti di fiume per il recupero e la valorizzazione della Valle del Sacco potrebbe essere una buona opportunità, o perlomeno un'altra strada da valutare, per il risanamento di un territorio della nostra provincia,

allo stato attuale altamente contaminato dal punto di vista ambientale. E' talmente importante l'obiettivo da raggiungere, che non si può lasciare nulla di intentato".

Ad intervenire è il Vice Presidente di Unindustria con delega all'ambiente, nonché Presidente di Unindustria Frosinone, Davide Papa, in seguito alla mozione presentata dal consigliere regionale Daniela Bianchi che ha proposto l'utilizzo dei contratti di fiume come fonte di programmazione negoziata su tutti i bacini regionali.

"L'utilizzo di questo strumento - continua Papa - potrebbe essere una opportunità per il nostro territorio, possibilmente verificandone preliminarmente la fattibilità attraverso i contratti già avviati in altri ambiti.

In Italia, infatti, i contratti di fiume si stanno rapidamente diffondendo nella maggior parte delle regioni, in alcuni casi sotto forma di processi di valorizzazione fluviale partecipata, in quanto tutti coloro che sono legati a quel territorio come enti locali, associazioni, ma anche semplici cittadini, hanno la possibilità di assumere una partecipazione attiva alle decisioni programmatiche ed operative, avendo quindi la possibilità di promuovere interventi dal basso, responsabilizzando ognuno in base al proprio ruolo.

Fare della green economy uno dei settori per il rilancio dell'economia regionale è un progetto condiviso da Unindustria - continua Papa - che ha più volte sottolineato come sia importante ripartire dalla salvaguardia e dal recupero dell'ambiente. E la Valle del Sacco è sicuramente il primo territorio che dovrà essere recuperato, utilizzando tutti gli strumenti che possono essere messi a disposizione.

Siamo comunque convinti - conclude il Vice Presidente di Unindustria - che per intraprendere la strada dell'operatività occorre avere un'unica cabina di regia con un quadro di riferimento ad hoc, dove vengono esplicitate le normative, i tempi e le procedure autorizzative.

Solo così si potrà pensare di attrarre investimenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, Papa (Unindustria): “I contratti di fiume una strada da percorrere per il recupero della Valle del Sacco”

FrosinoneToday è in caricamento