menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, i sindaci della zona impugnano l’atto aziendale dell’Ospedale e presentano ricorso al Presidente Mattarella. Tolto il Presidio

I Sindaci di Colleferro, Gavignano, Segni, Montelanico, Piglio, Paliano, Gorga, Valmontone, Carpineto Romano, Serrone, Anagni, Artena impugnano l’atto aziendale della Regione Lazio relativo al trasferimento dei reparti di Ginecologia, Ostetricia e...

I Sindaci di Colleferro, Gavignano, Segni, Montelanico, Piglio, Paliano, Gorga, Valmontone, Carpineto Romano, Serrone, Anagni, Artena impugnano l'atto aziendale della Regione Lazio relativo al trasferimento dei reparti di Ginecologia, Ostetricia e Pediatria dell'ospedale Leopoldo Parodi Delfino davanti al Presidente della Repubblica Mattarella.

Sono mesi che denunciamo le scelte e le criticità che riguardano la decisione di trasferire i reparti di Ginecologia, Ostetricia e Pediatria dal nosocomio di Colleferro all'ospedale di Palestrina. Abbiamo tentato in tutti i modi di intercedere presso la regione Lazio sulla decisione presa dalla Direzione Sanitaria ASL Rm G.

Purtroppo le giustificazioni fornite risultano, ad oggi, ancora lacunose e insoddisfacenti e non rispondenti alle istanze dei nostri Comuni. Il ricorso al Presidente della Repubblica è un atto dovuto che il nostro territorio è stato costretto a promuovere in difesa della buona sanità pubblica e contro l'arroganza di chi continua a non fornire risposte esaustive rispetto alla scelta presa di trasferire i reparti ospedalieri.

Se la ASL RM G avesse ascoltato le rimostranze e le preoccupazioni di un intero territorio, forse non saremmo arrivati a tanto.

Adesso, auspichiamo che il Presidente della Repubblica, possa ristabilire equilibrio e sopperire a scelte illogiche che penalizzano la nostra città e il nostro territorio.

I SINDACI DEL TERRITORIO

Questa decisione ha portato ad una nota del comitato in difesa dell'ospedale nella quale si annuncia lo scioglimento del presidio permanente:

Cari concittadini, siamo lieti di informarvi che: Visto il perdurare della PROTESTA ALL'INGRESSO DELL'OSPEDALE DI COLLEFERRO; Vista l'adesione di massa alla PETIZIONE CONTRO LA CHIUSURA DEI REPARTI DI OSTETRICIA - GINECOLOGIA- PEDIATRIA; Vista l'IMPORTANTE PARTECIPAZIONE AL CORTEO ORGANIZZATO IL 09/07/2015, Visto il CONTRIBUTO OFFERTO per il tramite delle nostre "Lettere Aperte ai Sindaci del Comprensorio" all'interno delle quali INVITAVAMO A NON MOLLARE e nelle quali GRIDAVAMO CON FORZA LE NOSTRE LEGGITTIME MOTIVAZIONI; Viste TUTTE LE INIZIATIVE intraprese; Vista L'IMPORTANZA DELLE ISTANZE;

i Sindaci del Comprensorio hanno voluto rivedere la Loro posizione ed hanno deciso di adire le vie legali per il tramite del RICORSO AL CAPO DELLO STATO contro il provvedimento assunto nei confronti del nostro nosocomio.

Quindi, oltre RINGRAZIARE TUTTI i SINDACI, volevamo RINGRAZIARE TUTTI VOI, cittadini di Colleferro, Anagni, Artena, Carpineto Romano, Gavignano, Gorga, Labico, Montelanico, Paliano, Segni e Valmontone che ci avete supportato in questi giorni e volevamo RINGRAZIARE TUTTE LE FORZE DELL'ORDINE che ci hanno tutelato e supportato anche nei momenti più delicati.

Certi che l'iniziativa dei nostri Sindaci renderà Giustizia al Territorio, restiamo vigili sugli sviluppi dell'azione intrapresa e Vi rassicuriamo che non ci tireremo MAI indietro di fronte ad eventuali nuove INGIUSTIZIE.

Vi informiamo altresì che da questa sera il presidio ospedaliero verrà sospeso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento