menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, per ferragosto la provincia ispezionata con 611 veicoli e 816 persone controllati. Elevate 82 contravvenzioni

Controlli a tappeto dei Carabinieri in  tutta la provincia,  disposti dal Comando Provinciale, per la  festività del  ferragosto, al fine di garantire maggiori standard di  sicurezza ai cittadini.  Infatti, dal 14 al 15 agosto,  i militari delle...

Controlli a tappeto dei Carabinieri in tutta la provincia, disposti dal Comando Provinciale, per la festività del ferragosto, al fine di garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini. Infatti, dal 14 al 15 agosto, i militari delle Compagnie dipendenti, hanno svolto mirati servizi per il controllo del territorio,

tesi a prevenire i reati contro il patrimonio (rapine in ville, furti in abitazione e con strappo), il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché prevenire le infrazioni al Codice della Strada, in particolare la "guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche/psicotrope", attraverso un massiccio controllo alla circolazione stradale, sulle principali arterie e snodi di comunicazione della Provincia ed in prossimità dei caselli autostradali dell'A1, delle Stazioni Ferroviarie oltre che nei pressi di locali pubblici, maggiormente frequentati da giovani. Sono stati inoltre eseguiti controlli alla imprese agricole, turistiche ed alberghiere al fine di accertare il rispetto delle norme in materia igienico-sanitaria.

L'imponente dispositivo preventivo, che ha visto l'impiego di 184 uomini ,suddivisi in 92 pattuglie, ha permesso di:

a) deferire in stato di libertà:

  • in Cassino un 47 enne di Vallo Della Lucania (SA) poiché resosi responsabile del reato di "inosservanza del provvedimento del F.V.O." a cui era stato sottoposto;

§ nella Giurisdizione di Sora un uomo poiché resosi responsabile di violazione sulla normativa vigente sulla "prevenzione degli incendi";

b) di avanzare, ricorrendone i presupposti di Legge : in Cassino ed Anagni complessive 7 proposte per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. nei confronti di altrettante persone;

c) di eseguire complessivi 7 interventi di soccorso.

Durante l'espletamento della predetta attività preventiva, inoltre, sono stati controllati 611 veicoli e 816 persone, eseguiti 40 accertamenti etilometrici ed elevate 82 contravvenzioni al C.D.S, nonché sono stati controllati 8 esercizi pubblici, senza rilevare infrazione alcuna.

COMPAGNIA DI ANAGNI

In Anagni, i Carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto una 39enne del luogo, in esecuzione di specifico ordine di carcerazione emesso dal Tribunale Sorveglianza Roma, dovendo la stessa scontare la pena della reclusione di anni 1 e mesi 9 per i reati di danneggiamento e violazione delle normative sulle misure di prevenzione.

AQUINO, NON SI FERMA ALL'ALT POI SPERONA LÌ'AUTO DEI CARABINEIRI E FUGGE A PIEDI,. ARRESTATO 24 ENNE

In Aquino, i militari della locale Stazione, congiuntamente a personale della Stazione di Pontecorvo, nell'ambito di un predisposto servizio per il controllo del territorio, finalizzato a contrastare la commissione dei reati dei reati nelle predette giurisdizioni, traevano in arresto un 24enne del luogo poiché ritenuto responsabile di "resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni": alle ore 02,30 circa, in Aquino, zona aeroportuale, i militari operanti intercettavano l'autovettura condotta dal giovane che, incurante dell'alt intimatogli, tentava di dileguarsi fuggendo nelle strade limitrofe. Immediatamente inseguito dai militari, riuscivano a superarlo e tentavano di fermarlo ponendo l'auto di servizio al centro della carreggiata. Incurante delle intimazioni rivoltegli, il prevenuto attuava una manovra di guida spregiudicata e intimidatoria, speronando la parte anteriore dell'auto di servizio degli operanti, proseguendo la fuga e dopo aver percorso circa un chilometro, abbandonava il veicolo proseguendo la fuga a piedi ma veniva raggiunto e arrestato dai militari operanti. Ad espletate formalità di rito, l'arrestato veniva trattenuto nella camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Pontecorvo in attesa dell'udienza del rito direttissimo.

ARDEA/TOR SAN LORENZO/ANZIO - CONTROLLI DEI CARABINIERI SUL LITORALE.

CINQUE PUSHER ARRESTATI, SEQUESTRATI OLTRE 2 KG DI DROGA TRA HASHISH, MARIJUANA ED ECSTASY.

Cinque arrestati, diversi denunciati e numerose persone identificate è il bilancio dell'operazione eseguita nel ponte di Ferragosto dai Carabinieri della Compagnia di Anzio che, anche in orario notturno, hanno intensificato i servizi di controllo del territorio nell'ambito della giurisdizione di competenza, con particolare attenzione nelle zone di Ardea e Tor San Lorenzo.

I Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia di Anzio hanno arrestato, in due distinti momenti, 3 cittadini marocchini di età compresa fra i 30 ed i 40 anni, tutti con precedenti penali e domiciliati ad Anzio, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel primo caso, i militari hanno recuperato 600 gr. di marijuana mentre nel secondo caso sono stati sequestrati 1,5 Kg di hashish, suddivisi in 15 panetti da 100 gr. ciascuno, nascosti in una botola ricavata sotto la mattonella di uno stanzino. Per i tre pusher si sono aperte le porte del carcere di Velletri.

Sull'altro versante, i Carabinieri della Tenenza di Ardea hanno arrestato un uomo ed una donna, in due distinte attività, al termine di predisposti servizi di osservazione. L'uomo, del luogo e con precedenti specifici, è stato trovato in possesso di 35 gr. di hashish, in parte già suddivisi in dosi, nonché materiale vario per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente. La donna, invece, una professionista di circa 50 anni, è stata arrestata per il possesso di circa 20 venti pasticche di MDMA (ecstasy) ed alcuni grammi di metanfetamina, con ogni probabilità da immettere sul mercato proprio a ridosso dei festeggiamenti per il Ferragosto. Per entrambi sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Durante un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato soprattutto fra Ardea e Tor San Lorenzo nella serata del 15 agosto, per garantire la sicurezza dei numerosi turisti che hanno affollato le strade del litorale, i militari dei locali Comandi dell'Arma hanno denunciato a piede libero 5 prostitute, tutte dell'Est Europa, per atti osceni in luogo pubblico e atti contrari alla pubblica decenza, nonché controllato oltre 50 mezzi, identificato oltre 100 persone ed elevato diverse contravvenzioni.

L'attività, cha ha portato un importante dispiegamento di forze per garantire e tutelare i numerosi cittadini che in questi giorni stanno affollando il litorale, si inquadra in un più ampio programma di controllo del territorio che si sta attuando fra Ardea e Nettuno con rinforzi disposti anche dal Comando Provinciale di Roma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
FrosinoneToday è in caricamento