Martedì, 19 Ottobre 2021
Anagni Ferentino

Vico nel Lazio, denunciato 39enne per truffa con assicurazioni false

A Vico nel Lazio,  personale del  locale Comando Stazione Carabinieri,  a conclusione di un’ articolata attività d’indagine deferiva in stato di libertà,  alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, 

A Vico nel Lazio, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, a conclusione di un' articolata attività d'indagine deferiva in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, un 39enne della provincia di Caserta poiché ritenuto responsabile di una truffa ai danni di un 27enne del luogo. In particolare i carabinieri accertavano che l'uomo, spacciandosi per un assicuratore, convinceva la vittima a versargli una somma di denaro su una "carta post pay" a lui intestata e, successivamente, tramite un sito internet, le inviava due contratti assicurativi di una nota compagnia nazionale risultati, a seguito delle indagini svolte, completamente falsi. Gli operanti accertavano inoltre che l'uomo già aveva a suo carico precedenti specifici per analogo reato commesso in diverse località italiane. I due contratti assicurativi venivano sequestrati.

ANAGNI, ACCOMPAGNATO ALL'AEROPORTO UN ALBANESE PER IL RIMPATRIO

In Anagni, personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Anagni, davano esecuzione al decreto di espulsione dal territorio nazionale e dell'accompagnamento alla frontiera emesso dal Prefetto di Frosinone nei confronti di un 31enne cittadino albanese e domiciliato in Anagni. Lo straniero, entrato clandestinamente in Italia nell'anno 2012, aveva a suo carico precedenti contro il patrimonio e in materia di immigrazione clandestina. Dopo l'iter burocratico che prevede anche l'udienza di convalida del provvedimento "de quo" innanzi all'ufficio del Giudice di Pace, veniva accompagnato dai predetti militari, presso l'aeroporto di Roma Fiumicino e imbarcato per l'Albania

Di recente altri due cittadini stranieri, gravati da numerosi precedenti penali e residenti in Anagni e Ferentino erano stati allontanati dal territorio Nazionale per i medesimi motivi.

FERENTINO, ARRESTATO 60ENNE MAROCCHINO PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA

Decorsa notte, in Ferentino, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, congiuntamente a quello del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio, traevano in arresto un 60enne di nazionalità marocchina ma residente nel predetto Comune poiché colto nella flagranza di reato di "maltrattamenti in famiglia e lesioni". Lo stesso, in evidente stato di alterazione psicofisica, aggrediva per futili motivi, la propria moglie procurandogli escoriazioni varie giudicate guaribili in giorni 6 s.c. dal personale dell'Ospedale Civile di Frosinone. I militari allertati da varie richieste di persone residenti vicino detta abitazione che udivano diverse urla, giunti sul posto, riuscivano a bloccare ed arrestare il prevenuto che, già in passato, era stato denunciato dalla moglie per "maltrattamenti in famiglia e violazione di obblighi di assistenza familiare". Questa mattina dopo il rito direttissimo , la competente A.G.. disponeva nei suoi confronti il divieto di avvicinamento presso l' abitazione della famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vico nel Lazio, denunciato 39enne per truffa con assicurazioni false

FrosinoneToday è in caricamento