Valle Del SaccoToday

Nord Ciociaria, pedinato e beccato in auto con la cocaina

L’uomo fermato dai poliziotti del commissariato di Colleferro nei pressi di un casello autostradale è stato poi arrestato

Non sapendo di essere “sotto osservazione” da parte degli uomini del commissariato di polizia di Colleferro ha continuato a girare in lungo e largo dal nord della Ciociaria fino alla Capitale per rifornirsi della sostanza stupefacente.

Il tutto era iniziato nelle orse scorse nei pressi del casello dell’A/1 di Anagni dove personale addetto alla squadra di polizia giudiziaria del commissariato di Colleferro, grazie allo sviluppo di precedenti notizie info-investigative, ha posto in essere un’attività di osservazione, controllo e pedinamento nei confronti di un’autovettura Fiat 500 di colore rosso con a bordo la persona in oggetto indicata, ossia quella attenzionata ed una donna, risultata estranea ai fatti.

L’autovettura era entrata al casello di Anagni ed uscita a quello di Monte Porzio Catone, per arrivare a Roma nei pressi della Borghesiana, ove verosimilmente S.E. era solito rifornirsi di sostanza stupefacente. Per tale ragione altro personale si era posizionato al casello di Monte Porzio Catone in attesa del probabile transito dello stesso veicolo.

Infatti, verso le ore 17,00, l’autovettura Fiat 500 è stata fermata e controllata assieme ai suoi occupanti. Il conducente S.E., ostentava subito un anomalo nervosismo che lo induceva a consegnare la mascherina personale con all’interno una tasca ove erano celati tre involucri in cellophane pari a circa gr. 8,00 di cocaina. Nell’immediatezza, sono state eseguite le relative perquisizioni personale che hanno consentito di rinvenire soltanto nei confronti di S.E. la somma di € 210,00, mentre la ricerca effettuata all’interno dell’autovettura dava esito negativo.

Stante la flagranza di reato, venivano altresì effettuate anche due perquisizioni domiciliari, a Torre Cajetani residenza di S.E. e Fiuggi presso l’abitazione della donna che dava esito negativo. Nell’abitazione del primo è stato, invece, rinvenuto un altro involucro di sostanza stupefacente pari a circa gr. 1 di cocaina, un bilancino di precisione ed altre buste di cellophane tagliate in più parti probabilmente usate per il confezionamento, materiale che, assieme ad un telefono cellulare che è stato sottoposto a sequestro penale, per i successivi sviluppi dell’attività di indagine.

La ripartizione della sostanza in diverse “pesature”, il rinvenimento di denaro, nonché il ritrovamento del bilancino di precisione costituivano inequivocabili elementi nel senso della destinazione ad una attività di spaccio.  Per tale ragione, S.E., attesa l’estraneità della donna in merito al delitto contestato allo stesso, è stato tratto in arresto per il reato di detenzione e spaccio di droga e deferito all’Autorità Giudiziaria di Velletri, che ne ha disposto il Giudizio con rito per direttissima nella mattinata odierna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento