Giovedì, 29 Luglio 2021
Valle Del Sacco

Artena, stato di agitazione dei dipendenti del Comune, le opposizioni presentano una interrogazione

"Che la condizione degli uffici fosse disastrosa lo sapevamo già tutti. Abbiamo un Comune smantellato: la Polizia locale si regge sul lavoro di due vigili, concorsi bloccati e pensionamenti a cui non sono seguite nuove assunzioni"

Le opposizioni consiliari del Comune di Artena, “Artena Cambia” e “Artena Insieme”, insieme ai Consiglieri del gruppo misto “Artena Resiste”, nelle scorse ore hanno presentato una interrogazione alla maggioranza del Consiglio comunale in merito a quanto sta accadendo con i dipendenti comunali che nei giorni scorsi hanno annunciato lo stato di agitazione.

"Stiamo seguendo le vicende riguardanti la situazione del personale del Comune di Artena e per questo motivo abbiamo deciso di presentare una interrogazione per fare chiarezza – ha commentato la Consigliera Silvia Carocci – Che la condizione degli uffici fosse disastrosa lo sapevamo già tutti. Abbiamo una Comune smantellato: la Polizia locale si regge sul lavoro di due vigili, i precedenti sei responsabili dei servizi oggi sono rimasti in due, concorsi bloccati e pensionamenti a cui non sono seguite nuove assunzioni. Chiaramente questo stato di cose genera disservizi alla città perché uffici comunali in affanno sono un problema serio per i cittadini che per avere un certificato o una pratica evasa devono aspettare mesi". 

"La situazione è precipitata dopo gli arresti del 30 ottobre quando c'è stato un fuggi fuggi generale dal nostro Comune e ad oggi non è stato fatto assolutamente nulla per superare lo stallo nonostante gli assessori ne fossero perfettamente a conoscenza – ha proseguito la capogruppo di “Artena Cambia” –  Il vicesindaco Talone, l' assessore Lara Caschera e l'assessore Eleonora Palone non possono negare che sono stati informati dai dipendenti delle numerose criticità già qualche mese fa in una riunione ma a quanto pare hanno messo la testa sotto la sabbia. Oggi i dipendenti comunali sono arrivati a scrivere e il vicesindaco Talone fa il finto tonto e prova a scaricare la responsabilità su organi terzi come la delegazione trattante ed il nucleo di valutazione". 

"Talone però deve dire la verità fino in fondo: la delegazione trattante è presieduta dalla Segretaria Comunale che però se ne è tirata fuori – ha concluso la Carocci – Quindi se la Giunta non procede a sostituire la Segretaria, quest'organo non può riunirsi. Il Nucleo di Valutazione, invece, è sotto il controllo della giunta e del Sindaco quindi se non fa il suo lavoro, Talone e i suoi assessori anziché fare spallucce dovrebbero richiamarlo al dovere. Artena non merita di subire tutta questa incapacità amministrativa che ormai ci ha ridotti ad essere una città allo sbando".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artena, stato di agitazione dei dipendenti del Comune, le opposizioni presentano una interrogazione

FrosinoneToday è in caricamento