menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Artena, il presidente del consiglio Augusto Angelini si dimette

In una lettera fa chiarezza e spiega che non era a conoscenza dell'atto di autorizzazione dell'impianto del Colubro

 “Alla luce di quanto sta accadendo in questi giorni al Comune di Artena in merito all’impianto biometano e al parere favorevole dato in conferenza dei servizi dal tecnico del Comune, il sottoscritto ci tiene a precisare che non è stato nella maniera più assoluta messo a conoscenza di tale scelta e che simile atteggiamento nei confronti miei e di altri amministratori è stata una coltellata vigliaccamente data alle spalle”. Questo l'incipit della lettera di Augusto Angelini, presidente del consiglio dimissionaria di Artena, inviata al vice sindaco Loris Talone che poi prosegue.

"Il Comune dal mio punto di vista — ha scritto Angelini — deve essere come una casa di vetro in cui non solo gli amministratori ma anche tutti i cittadini devono essere messi a conoscenza delle scelte che riguardano il loro Muro e quello dei loro figli. Io penso che una comunità non può essere stravolta e schiava delle scelte affaristiche delle lobby, e che i politici che sono i rappresentanti dei cittadini devono battersi affinché non vengano lesi i loro diritti. In questi 4 mesi l'Amministrazione del nostro Comune è stata travolta da una bufera giudiziaria che ha lasciato tutti noi attoniti e sbigottiti. 

Per garantire i servizi essenziali alla comunità, pur non avendo incarichi esecutivi, mi sono messo a disposizione degli uffici per cercare di continuare a garantire i servizi essenziali ai cittadini, con tutte le critiche e lamentele del caso. Mi dispiaceva vedere il Comune ridotto in questo modo, la coscienza mi diceva di andare avanti, di reagire, di 72071 fermarsi, perché adesso più che mai c'era bisogno di lavorare, di impegnarsi ancora di più trascurando lavoro e famiglia... ma c'è un limite a tutto. Ringrazio tutte le persone che hanno creduto in me. Tutti i dipendenti comunali che sono il vero motore del Comune. I colleghi amministratori che hanno condiviso con me questi momenti così difficili. Do le dimissioni da Presidente del Consiglio" 

Ieri con delle motivazioni molto simili aveva lasciato la maggioranza anche la consigliera comunale Gloria Scacchi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento