Lunedì, 27 Settembre 2021
Valle Del Sacco

Artena, la Prefettura risponde al comune; valido il quorum dell’ultimo consiglio

Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda dell'approvazione del rendiconto di bilancio

Dopo circa sette giorni si torna a parlare dell’oramai famoso consiglio comunale di Artena di martedì scorso dove è stato approvato il rendiconto di bilancio in una seduta dove è successo un po’ di tutto. In queste ore si era in attesa della risposta delle Prefettura dopo la richiesta dei consiglieri di opposizione sulla validità del deliberato che è arrivata qualche ora fa.

“Questa mattina – ci dice il vice sindaco Loris Talone - è arrivata la risposta della Prefettura di Roma ai quesiti posti dopo l’ultimo consiglio comunale. In pratica, in base alla relazione inviata dalla nostra segretaria comunale, sul quorum la Prefettura non ha fatto nessuna accezione ma ha sospeso l’approvazione per darci tempo di regolarizzare la vicenda del mio voto.

Il nostro regolamento all’articolo 45 parla di validità di approvazione di una delibera in consiglio con la metà più uno dei votanti e martedì scorso i votanti erano 7 ed il numero legale è stato garantito dalla presenza anche dei consiglieri di opposizione che erano presenti in aula al momento del voto cosi come si evince chiaramente dalla registrazione mantenendo, di fatto, il quorum strutturale.

Ci è stato dato un termine di altri 7 giorni, invece, per capire il da farsi ovvero per correggere la vicenda del voto del vice sindaco facente funzione ma di fatto non è stato accolto il reclamo dell’opposizione che chiede l’annullamento del voto.

Ad Artena essendo un comune sotto ai 15 mila abitanti il vicario del sindaco, a mio parere, ha il diritto del voto anche perché dopo la nota vicenda giudiziaria abbiamo fatto una sola surroga. Io sostituisco il sindaco in ogni funzione sia amministrativa che di governo e questo è quello che rappresenteremo nelle prossime ore in un’altra lettera alla Prefettura. Anche perché tutti si ricorderanno che il sindaco ad Artena ha sempre votato. Se quest’ultima dovesse accettare questa nostra tesi non ci sarà bisogno di rifare il consiglio comunale. Di fatto ad oggi la delibera è valida perché c’era il numero legale e anche con soli sette voti a favore la delibera sarebbe valida comunque”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artena, la Prefettura risponde al comune; valido il quorum dell’ultimo consiglio

FrosinoneToday è in caricamento