rotate-mobile
Sulle indagini in corso

Presunto falso in bilancio, la maggioranza: “Non abbiamo nulla da nascondere”

I consiglieri esprimono fiducia nella magistratura e auspicano che “la verità venga prontamente accertata” a fronte delle indagini a carico del vicesindaco Talone rispetto a bilancio consuntivo 2020 e quello di previsione 2021

Dopo la notizia della nuova inchiesta che ha riguardato il comune di Artena di questi giorni i consiglieri di maggioranza, della lista Artena rinasce, tengono a esprimere nel mentre la propria fiducia nei confronti dell’operato della magistratura e auspicano che “la verità venga prontamente accertata”.

Sono assolutamente convinti che il vicesindaco, la segretaria comunale e il comandante dei vigili urbani sapranno dimostrare la piena correttezza e rispondenza alla norma delle procedure amministrative adottate nell’approvazione dei due bilanci.

“Non abbiamo nulla da nascondere”

“Bilanci approvati in pubblica seduta dal Consiglio Comunale. Bilanci che hanno tutti ricevuto, si badi bene, il parere favorevole del Revisore dei Conti che è organo indipendente nominato dal Prefetto. Bilanci che sono stati, come prevede la legge, regolarmente inviati alla Corte dei Conti e che sono facilmente visibili e scaricabili dall' Albo Pretorio telematico del Comune di Artena”.

“Noi non abbiamo nulla da nascondere. Alle persone coinvolte va' comunque tutta la nostra personale solidarietà umana. Ci piace inoltre ricordare che "l'informazione di garanzia", che è stata notificata, è un atto a tutela degli interessati e non certo una sentenza di condanna definitiva anticipata”.

“Così come ci piace ricordare che ad oggi né la Segretaria Comunale né nessun nostro amministratore pubblico, Sindaco-Assessori-Consiglieri Comunali, è stato condannato per fatti inerenti il Comune di Artena. Per nessun tipo di reato. E per quanto concerne la vicenda giudiziaria che vede coinvolto, tra gli altri, il nostro Sindaco è bene ricordare che buona parte dei reati contestati sono già stati annullati con sentenza del Giudice dell'Udienza Preliminare del Tribunale di Velletri confermata dalla Corte di Appello di Roma”.

“Ad oggi gli unici ad essere stati invece condannati, con pubblica sentenza e per fatti inerenti il nostro comune, sono stati proprio i consiglieri comunali di opposizione. In troppi, leoni della tastiera, giornalisti da strapazzo e mestieranti della politica, dimenticano questi semplici fatti che sono incontestabili, inoppugnabili, incontrovertibili”.

“E che nessuno è colpevole fino a intervenuta sentenza definitiva. Questo è il principio di presunzione di innocenza scolpito a chiare lettere nel marmo della Costituzione Italiana che molti, in maniera interessata, dimenticano. Noi abbiamo sempre agito in perfetta buona fede nell' interesse pubblico e abbiamo sempre cercato il pieno rispetto delle leggi in vigore”.

“Quanto accaduto altro non è che il frutto del clima di tensione, di minacce e di continue denunce che un’opposizione cinica e becera ha creato in questi anni. Non si spiega altrimenti infatti perché vengono controllati minuziosamente solo i bilanci del comune di Artena e non anche quelli di altri comuni della zona che pure hanno approvato i loro bilanci consuntivi e/o previsionali con altrettanto ritardo”.

“Né si spiegherebbe altrimenti perché non furono controllati i bilanci del Comune di Artena che appena pochi anni fa furono giustamente, e con encomiabile senso civico, firmati, perché anche in quegli anni mancava purtroppo il Responsabile dell'Ufficio Bilancio, dall'allora Responsabile dell'Ufficio Personale e dal Responsabile dell'Ufficio Affari Generali.

L' unica spiegazione plausibile è che allora vi era un’opposizione responsabile e seria che si rendeva conto delle difficoltà enormi che vivevano, e ancora vivono, gli enti locali e cercava, pur nella distinzione dei ruoli e delle competenze, di collaborare e contribuire alla risoluzione dei problemi della nostra città. Tutto questo oggi evidentemente non c'è più.  E dovrebbe essere fonte di rammarico per tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunto falso in bilancio, la maggioranza: “Non abbiamo nulla da nascondere”

FrosinoneToday è in caricamento