Valle Del SaccoToday

Artena, troppe le risse durante l’estate. Forza Nuova chiede all’amministrazione maggior controllo

A fare l’annuncio è Gianni Stella che insiste anche sul fatto di controllare le attività degli extracomunitari

Sta per terminare un’estate nella quale si sono verificate diverse risse nel comune di Artena, città a sud della provincia di Roma sui Monti Lepini, e che è stata a dir poco movimentata. Sulla questione si è pronunciato il coordinatore di Forza Nuova Monti Lepini Gianni Stella: “In questi periodi si assiste spesso a risse nei pressi del centro abitato del comune di Artena (Roma). Probabilmente causate dall’uso di sostanze stupefacenti ed abuso di alcool. Sarebbe ora che l’amministrazione comunale cominci seriamente a pensare come affrontare il problema e monitorare il consumo di sostanze alcoliche e stupefacenti nel proprio territorio da parte, soprattutto, dei giovani, nonché a controllare le attività degli extracomunitari che vivono nel comune e che sono tra i responsabili di questa situazione.

Stimoliamo gli enti a coinvolgere la popolazione in una proficua attività cittadina, al fine della socializzazione costruttiva per ognuno e per distrarre i giovani da altre attività non salutari. Le feste non sono organizzate con lo scopo di scatenare fumi negativi nelle persone anche provenienti da aree esterne al paese, ma, al contrario, utili a dimostrare un vero folclore di una cittadinanza pronta a mostrare il proprio bagaglio storico e culturale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento