Valle Del Sacco

Colleferro, dopo i due lanci falliti l’Avio rilancia con l’accordo con Airbus

Il Vega porterà in orbita 4 satelliti del peso di 300 kg ciascuno, che saranno posizionati in orbita polare a 500 km di altitudine in un unico lancio e che osserveranno la terra con la massima precisione per riprodurre mappe 3D

Il lanciatore Vega sulla base di lancio

Due lanci su tre falliti nell’arco di 16 mesi per l’Avio Spa l’azienda con sede a Colleferro che denotano un momento delicato per l’industria italiana dei lanciatori. Ma nonostante le difficoltà del momento dai vertici societari emerge dell’ottimosmo per il futuro dell’azienda e delle decine di dipendenti della mega struttura posta al IV Km ai confini con il comune di Colleferro.

La società – come riporto il sole 24 ore -ritiene di poter recuperare il terreno perduto e proseguire il percorso di sviluppo, grazie ai nuovi prodotti e al portafoglio ordini. A febbraio ci dovrebbe essere un nuovo volo del Vega, a giugno 2021 il lancio del nuovo Vega C, versione più potente. Inoltre c’è la collaborazione industriale con Ariane, il grande lanciatore europeo prodotto da ArianeGroup, la joint venture franco-tedesca tra Airbus e Safran. «Siamo sulla strada giusta per ristabilire una cadenza di lancio regolare, grazie anche al lavoro di sottoscrizione di nuovi contratti di produzione, sviluppo e vendita, sia per Vega sia per Ariane, che è ripreso a pieno regime. Si conferma pertanto la guidance per il 2020», aveva detto Giulio Ranzo, amministratore delegato di Avio, il 5 novembre.

Il nuovo mega contratto

Inoltre Arianespace e Airbus hanno annunciato oggi la chiusura del contratto per il lancio della costellazione satellitare di osservazione della Terra CO3D con Vega C nel 2023.

La costellazione CO3D sarà caratterizzata da 4 satelliti del peso di 300 kg ciascuno, che saranno posizionati in orbita polare a 500 km  di altitudine in un unico lancio Vega C che partirà dal Guiana Space Center di Kourou. La costellazione CO3D è composta da satelliti ottici per l'osservazione della terra con una risoluzione di 50 cm e con un alto tasso di revisione per produrre rapidamente mappe 3D della superficie del pianeta, ed è sviluppata congiuntamente con l'Agenzia spaziale francese (CNES).

“Siamo orgogliosi che Airbus abbia scelto Vega C per questa rivoluzionaria costellazione di satelliti - ha dichiarato Giulio Ranzo, CEO di Avio– Stiamo lavorando a pieno ritmo per prepararci al volo inaugurale di Vega C e non vediamo l'ora di dimostrare le sue capacità”.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, dopo i due lanci falliti l’Avio rilancia con l’accordo con Airbus

FrosinoneToday è in caricamento