Domenica, 17 Ottobre 2021
Valle Del Sacco

Carpineto, crolla una palazzina in pieno centro. Tanta paura tra gli abitanti. La nota del Sindaco

La città di Carpineto si è svegliata questa mattina con il rumore e con il fumo provocato dal crollo di una vecchia palazzina in pieno centro storico. Il tremendo boato è avvenuto alle 9 del mattino nel  Rione “San Gnaco”. Una

La città di Carpineto si è svegliata questa mattina con il rumore e con il fumo provocato dal crollo di una vecchia palazzina in pieno centro storico. Il tremendo boato è avvenuto alle 9 del mattino nel Rione "San Gnaco". Una parte della vecchia abitazione in via verdesca è crollata sotto il peso dell'acqua caduta nei giorni scorsi. Tra i cittadini monta lo sconforto e più di qualcuno ci ha riferito con tono alterato: "invece di pensare a ristrutturare palazzo Pecci pensassero alle case del centro storico che cadono a pezzi".

Di seguito la nota stampa del sindaco Quirino Briganti:

Si informa che nelle prime ore della mattinata di sabato 3 maggio 2014 si è verificato un crollo nel Centro Storico; l'evento ha interessato alcune porzioni di fabbricati siti in via Verdesca e distinti dai numeri civici che vanno dal 167 al 185. La zona interessata è stata chiusa al transito pedonale tramite transennamenti fissi, a garanzia della pubblica incolumità.

Tale immobile, per la precisione, era stato già interessato da un sopralluogo dell'ufficio tecnico comunale e successivamente oggetto di un'apposita Ordinanza sindacale, emanata nell'anno 2010, per la messa in sicurezza rivolta ai legittimi proprietari. A seguito del citato crollo il Comune procederà nei confronti di detti proprietari, attraverso i suoi uffici competenti, secondo quando prevede la normativa vigente. Stessa procedura è stata attivata, anche, per altri proprietari inadempienti, per casi analoghi, nel centro storico.

Nel rassicurare, dunque, che si tratta solo di danni materiali e che non ci si sono stati feriti, si vuole approfittare dell'occasione per rammentare che spetta ai legittimi proprietari la conservazione degli immobili in condizioni di sicurezza e che il ruolo del Comune, nei casi in cui si ravvisi un serio pericolo per l'incolumità dei cittadini, si sostanzia nell'emissione di ordinanze nei confronti dei proprietari per la messa in sicurezza degli immobili, nonché nella segnalazione dei medesimi all'Autorità Giudiziaria in caso di mancata ottemperanza.

Non deve, inoltre, indurre nell'equivoco il caso in cui lo stesso Comune interviene acquistando immobili diroccati, cosa che è già avvenuta perché inserita in uno specifico Piano Integrato del centro storico, i cui lavori stanno partendo in questi giorni, finanziato con fondi regionali. Il Comune, in caso contrario, non avrebbe l'obbligo né la forza economica per affrontare gli investimenti ingenti occorrenti per la ristrutturazione degli immobili.

Si esortano, infine, tutti i proprietari di immobili fatiscenti a provvedere ad attivare la necessaria manutenzione degli stessi al fine di evitare di creare danni alla pubblica e privata incolumità e di non incorrere negli effetti dei procedimenti, anche penali, che il Comune si troverà costretto ad intraprendere.

In questi anni, grazie ad investimenti pubblici e privati, numerosi interventi hanno contribuito e contribuiranno a riqualificare il nostro centro storico. Siamo consapevoli che non basta ma occorre, con onestà intellettuale, riconoscere, pur tra mille difficoltà, quanto è stato fatto . Cerchiamo tutti di operare fattivamente per riqualificare la nostra città. GF
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpineto, crolla una palazzina in pieno centro. Tanta paura tra gli abitanti. La nota del Sindaco

FrosinoneToday è in caricamento