Valle Del SaccoToday

Carpineto, doppio incontro con padre Giulio Albanese per il suo "Vittime e carnefici. Nel nome di Dio"

Doppio appuntamento per la presentazione del libro di padre Giulio Albanese "Vittime e carnefici. Nel nome di Dio", ed. Einaudi. Padre Giulio Albanese presenterà il suo libro “Vittime e carnefici. Nel nome di Dio” ed. Einaudi, mercoledì 14...

A4_GIULIO ALBANESE_ALTA RIS_no croc-2 (1)

Doppio appuntamento per la presentazione del libro di padre Giulio Albanese "Vittime e carnefici. Nel nome di Dio", ed. Einaudi. Padre Giulio Albanese presenterà il suo libro “Vittime e carnefici. Nel nome di Dio” ed. Einaudi, mercoledì 14 settembre 2016 ore 17:30, presso l’Auditorium di Carpineto Romano, Largo dei Carpini (Rm).

L’incontro è organizzato dall’Associazione Culturale Gruppo Logos in collaborazione con il Comune di Carpineto Romano e il Punto Einaudi di Frosinone.

Mercoledì 14 settembre 2016 ore 21:00, presso la Sala Ludus, (retro chiesa Santa Barbara), Via L. Da Vinci, Colleferro (Rm). L’incontro è organizzato dall’Associazione Culturale Gruppo Logos In collaborazione con il Punto Einaudi di Frosinone.

IL LIBRO

Guerre, dittature, persecuzioni, migrazioni. La religione usata come

strumento di odio e divisione nelle periferie del mondo. Contro la

«globalizzazione dell'indifferenza», le parole di un sacerdote e

missionario che racconta in presa diretta dai luoghi del conflitto.

«L'edificio era sventrato e il campanile diroccato. La mensa era stata

spezzata in due tronconi. Il vecchio sacrestano mi spiegò che era

comunque riuscito a salvare i registri dei battesimi e li custodiva

gelosamente nella sua abitazione. Gli domandai se avesse contatti con

le religiose che vivevano nella capitale. Mi disse che almeno una volta

al mese riceveva i flaconi delle medicine, contenenti le particole. Prima

di partire, gli regalai una coroncina del rosario. Si mise a piangere

come un bambino e mi chiese di benedirlo. Poi lo nascose in una

bisaccia su cui era scritto "Allah Akbar". Mi spiegò, a bassa voce, che

per lui quella scritta si riferiva al Dio dei cristiani, ma non lo sapeva

nessuno».

L'AUTORE

Padre Giulio Albanese (Roma 1959) ha vissuto in Africa per diversi

anni, dove ha svolto la duplice attività giornalistica e missionaria. È

stato per alcuni anni in Kenya direttore del “New People Media

Centre” e di due testate sull'attualità africana in lingua inglese: il

“New People Feature Service” e il “New People. Magazine”. Nel 1997 ha

fondato MISNA (Missionary Service News Agency), agenzia di stampa

on line in tre lingue (italiano, inglese e francese), un progetto

editoriale che ha riscosso un notevole successo a livello

internazionale. Collaboratore di varie testate giornalistiche, tra le

quali “Radio Vaticana”, “Avvenire”, “L'Espresso” e “Radio Rai”, ha già

pubblicato Sudan: Solo la speranza non muore (Emi, 1994), Ibrahim

amico mio (Emi, 1997), Il mondo capovolto (Einaudi, 2003) e Hic sunt

leones. Africa in nero e in bianco (Paoline 2006). Nel luglio del 2003 il

presidente Carlo Azeglio Ciampi lo ha insignito del titolo di Grande

Ufficiale della Repubblica Italiana per meriti giornalistici nel Sud del

mondo. Con Feltrinelli ha pubblicato Soldatini di piombo (2005,

2007).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento