menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, Amazon fa chiarezza sui numeri. “500 persone assunte a tempo indeterminato entro tre anni”

Dopo le polemiche dei giorni scorsi successive alla fine dei primi contratti a tempo determinato abbiamo chiesto all’azienda quali sono i reali numeri del livello occupazionale

Dopo il nostro articolo di qualche giorno fa sui licenziamenti, o meglio sulla fine dei contratti  a tempo determinato, che ci sono stati ad Amazon a Colleferro abbiamo deciso di fare chiarezza sul piano occupazionale nel mega stabilimento dell’azienda americana, leader mondiale dell’e-commerce. Per farlo abbiamo chiesto lumi ai vertici aziendali e con loro abbiamo fatto il punto della situazione attuale, ma anche di quella futura e soprattutto sui numeri veri degli assunti a tempo indeterminato e determinato. Inoltre, si è parlato anche del tema della sostenibilità ambientale dello stabilimento.

Fino ad adesso da quando è partito lo stabilimento di Colleferro quante persone sono state assunte? quante a tempo determinato? quante a tempo indeterminato?

“Attualmente presso di centro di distribuzione di Colleferro abbiamo assunto circa 270 persone a tempo indeterminato. Essendo un business altamente stagionale – spiegano via mail a Frosinonetoday.it i vertici aziendali di Amazon - durante il periodo di punta e nelle prime fasi di apertura di un nuovo stabilimento assumiamo personale aggiuntivo attraverso agenzie interinali per supportarci nelle attività quotidiane. Quando dovremo assumere nuovo personale chiaramente saranno privilegiati i lavoratori che hanno già lavorato con noi. I nostri dipendenti stagionali ricevono lo stesso salario base dei dipendenti a tempo indeterminato dello stesso livello. Questo è un sito recente e prevediamo di assumere più persone nei prossimi mesi, quando questo sito sarà pienamente operativo potremmo avere circa 500 dipendenti a tempo indeterminato”.

Viaggio all'interno dello stabilimento di Colleferro

La produzione sta andando come le previsioni e quindi anche i piani assunzionali a 6 mesi, 1 anno e tre anni saranno rispettati? “Tutto procede secondo i piani, siamo molto orgogliosi di poter continuare a soddisfare la crescente domanda dei clienti del Lazio e di tutta Italia, e mantenere le promesse di consegne affidabili”.

Quando si potrà parlare di livello occupazionale stabile? con quanti assunti a tempo indeterminato, ferma restando la stagionalità della Vs azienda in alcuni periodi dell'anno, ed in quanto tempo. “E’ difficile fare previsioni sul futuro, per il momento abbiamo l’obiettivo di assumere 500 dipendenti a tempo indeterminato entro i primi 3 anni”.

Ci sono settori all'interno della vs azienda dove il tempo indeterminato ha la prevalenza sul determinato (Penso ovviamente ai magazzinieri)? “Non ci sono delle vere e proprie distinzioni nelle aree, ovviamente il management, le funzioni di supporto, i team di manutenzione ed ingegneria hanno prevalentemente contratti a tempo indeterminato, così come una base di operatori di magazzino. In aggiunta a questi vengono assunti altri lavoratori tramite agenzie interinali per aiutarci a gestire i picchi di attività durante l’anno”.

Quale sono le caratteristiche che cercate in coloro che voglio venire a lavorare da voi? “Vi sono diverse figure professionali e di diversa formazione in un centro di distribuzione, dalle posizioni manageriali alle funzioni di supporto, come Operations Manager, HR e IT fino a coloro che si occupano della gestione degli ordini dei clienti. C’è chi gestisce la sicurezza, i team di manutenzione e di ingegneria. La posizione di operatore di magazzino prevede lo svolgimento delle attività di ricezione della merce in entrata, catalogazione, movimentazione e stoccaggio dei prodotti, impacchettamento e spedizione. Il tutto nel pieno rispetto delle procedure di sicurezza e degli standard di qualità dell’azienda. Non sono necessari requisiti particolari, chiaramente passate esperienze nel mondo della logistica potrebbero aiutare ma è prevista un’ampia formazione per tutti quelli che verranno selezionati. Per quanto riguarda i requisiti specifici per le altre posizioni sono specificati negli annunci sul sito”.

Il tema della sostenibilità ambientale dello stabilimento

Come viene fatta la raccolta differenziata all'interno del Vs stabilimento di Colleferro e dove vengono portati i rifiuti che vengono prodotti? “Effettuiamo la raccolta differenziata di tutti i rifiuti prodotti dallo stabilimento, umido, plastica, vetro, carta e cartone. Abbiamo in piedi anche un processo di recupero dei bancali non utilizzabili e a breve partiremo con un progetto di riciclo dei DPI. Il centro di distribuzione è una struttura sostenibile, che integra sistemi per il risparmio energetico riducendo l’impronta ambientale grazie a ridotti livelli di emissioni. In fase di costruzione sono stati applicati principi di sostenibilità e  soluzioni all’avanguardia in questa direzione, come l’installazione di pannelli solari per una potenza totale installata di 2 MW, sistemi per la riduzione dei consumi energetici, luci a LED per l’illuminazione, un impianto per il raffreddamento e il riscaldamento degli ambienti con recupero di energia, fornitura di acqua calda senza l’utilizzo di gas metano, serramenti e materiali per le coperture che favoriscono l’isolamento termico.

L’intero edificio è gestito dal BMS, un sistema che permette una gestione intelligente dell’utilizzo e della manutenzione dell’immobile. L’edificio è stato costruito con l’obiettivo di conseguire la certificazione BREEAM (Building Research Establishment Environmental Assessment Method), ottenendo la valutazione “Very Good”. Per preservare l’equilibrio e la biodiversità del territorio, saranno realizzate aree verdi e spazi alberati adeguatamente progettati nell’armonia dell’insieme. È inoltre in corso di definizione un progetto all’interno delle aree verdi per l’insediamento di una decina di asini finalizzati a attività di pet therapy rivolte ai dipendenti e a tutta la comunità. Inoltre, sarà creato un frutteto con diverse specie locali.Tutti questi progetti e sviluppi sono in linea con The Climate Pledge, co-fondato da Amazon e Global Optimism, un impegno firmato lo scorso anno per raggiungere l'accordo di Parigi con dieci anni di anticipo ed essere un’azienda a zero emissioni di carbonio entro il 2040”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento