menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via la vaccinazione dai medici di famiglia nella Asl Rm5 per gli over 18 ma le fiale sono troppo poche

Partita oggi la somministrazione del vaccino di Astrazeneca ma con sole 10 dosi a medico si rischia un vero e proprio assalto

Al via da oggi la vaccinazione tra i 18 ed i 65 anni negli studi dei medici di famiglia anche nelle zone a sud di Roma di competenza della Asl Rm5 distretto di Colleferro e Palestrina. Il problema è che le dosi per ogni singolo medico sono pochissime, si parla di 10 fiale di liquido prodotto da Astrazeneca a settimana, di conseguenza di questo passo i tempi saranno molto lunghi.

La denuncia dello Snami

“Con sole dieci dosi a settimana per ogni medico di medicina generale non finiremo più – spiega Giuseppe Lanna, segretario provinciale di Roma del sindacato nazionale autonomo medici italiani (Snami) in una nota - farli produrre in Italia. Anche perché, con le attuali disponibilità, i dottori dovranno scegliere chi vaccinare subito e chi far attendere. E visto che l’attesa per le vaccinazioni è alta si teme addirittura un ”assalto” agli studi medici”.

Nel territorio della Asl a sud di Roma ci sono circa 500 mila persone e per ora ne sono state vaccinate poco più di 30 mila tra Carpineto Romano e Tivoli, passando per Artena, Valmontone e Zagarolo. Gli altri 470 mila dovranno fare i conti con i vaccini disponibili.

“Basti pensare – ha detto Lanna – che ognuno dei 335 medici della Asl Roma 5 ha in media mille pazienti candidabili alla vaccinazione ma avrà solo dieci dosi a settimana. I medici dovranno scegliere a chi dare la precedenza e, salvo eccezioni, potrebbe prevalere il criterio anagrafico, visto che l’età avanzata - prosegue Lanna - è un fattore di rischio. Va ricordato che il vaccino Astrazeneca non è autorizzato per le persone che hanno più di 65 anni e per chi ha patologie che lo esporrebbero a rischio di complicanze”.

Si partirà dalle persone che hanno 65 anni mentre per i pazienti “fragili” ci sarà una corsia differenziata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento