Valle Del SaccoToday

Colleferro-Valmontone, i sindacati dell’Assc chiedono un incontro urgente con i sindaci

Si vuole capire quale sia la prospettiva futura e se i tagli annunciati verranno fatti

Purtroppo a Colleferro in questi giorni non ci sono solo i lavoratori della Coop ad essere preoccupati sul loro futuro, ma anche quelli della società sovra comunale ASSC (ex Asper) che gestisce alcuni importanti servizi in quattro comuni della Valle del Sacco (Colleferro, Valmontone, Gavignano e Labico). Nei primi due quelli più grandi e sui quali si “regge” il bilancio dell’azienda ci sono delle problematiche da risolvere. Il comune di Colleferro sta decidendo di esternalizzare il servizio dello scuolabus mentre ci sarebbero ritardi nei pagamento degli stipendi nel comune di Valmontone.

La lettera dei sindacati

Per cercare di smuovere la situazione i sindacati hanno chiesto un incontro urgente con i sindaci dei quattro comuni. “In riferimento a quanto in oggetto, come riportato al punto 10 dell’accordo sottoscritto in data 25/06/2018, le scriventi OO.SS., a seguito dell’incontro del 12/09/2017 con il Direttore della società ASSC, hanno appreso che, in relazione alla delibera C.C. n° 29/18 nelle quale si procede alla proroga per l’azienda ASSC del servizio scuolabus, nelle more dell’espletamento di gara da parte del comune fino al 31/12/2018 e della delibera n°137/18, dove viene indicata la riduzione dello stesso servizio, prevedendo un riferimento massimo di 30 ore settimanali per ogni risorsa coinvolta nell’attività su indicata. Le OO.SS., nel corso dello stesso incontro, sempre in riferimento a quanto riportato nell’accordo citato, hanno richiesto all’azienda di fornire tutti i ragguagli utili per poter esaminare i riferimenti temporali e le scelte che hanno indotto l’azienda a impegnare risorse nell’organico dell’attività di cui sopra.

Le nuove modalità di gestione

Oltre a quanto espresso nei punti precedenti, si dovrà prevedere un’ulteriore ricognizione del personale e delle attività per poter, eventualmente nei casi di fungibilità, procedere all’adozione di tutti gli atti necessari a individuare le più convenienti modalità di gestione, compatibili con gli stanziamenti in essere prevedendo ove necessario una riduzione dei servizi indicati e considerare l’occasione di attivare un processo rotativo intercomunale al fine di garantire la continuità nell’erogazione degli stessi a favore della cittadinanza e degli enti coinvolti.

Le OO.SS. sono venute a conoscenza che l’azienda ASSC, abbia effettuato spostamenti di personale in maniera arbitraria e unilaterale senza alcun confronto tra le parti, inoltre, attraverso comunicazioni al personale, sembra che non siano stati predisposti i pagamenti delle risorse impegnate nel Comune di Valmontone, parrebbe anche in ragione di ritardi nella liquidazione dei corrispettivi da parte dello stesso Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stipendio già è ridotto

Pertanto, alla luce di quanto sopra, le scriventi OO.SS. chiedono che venga indetto, da parte dell’amministrazione, un incontro urgente con le SS.VV. per poter, nelle more dell’accordo sottoscritto in data 25/06/2018 affrontare e dirimere queste situazioni; poiché si ricorda, che il personale della ASSC percepisce già una contrazione dello stipendio per via del FIS (Fondo Integrazione Salariale)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento