rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Valle Del Sacco

Colleferro, mancano i medici in ospedale. Sanna chiede lumi a Rocca

Sono giorni di ritardi nella nomina dei sostituti. Al primo cittadino replica il Sen. Salvitti

Periodicamente si riaccendono i riflettori sull'ospedale di Colleferro. Nelle ultime ore il tempo delle sostituzioni dei medici all'interno del nosocomio di Colleferrino che a quanto pare sembra essersi allungato sta allarmando il primo cittadino, non che vice presidente dell'Area Metropolitana, Sanna che ha chiesto un incontro con il Presidente Rocca.

Parole che hanno, inevitabilmente, acceso una sorta di polemica distanza con il senatore di Fdi. Giorgio Salvitti che parla di problemi ereditati dai 10 anni di amministrazione regionale a guida del centro sinistra.

Le parole del sindaco Sanna

"Esprimo preoccupazione per la situazione attuale riguardante i mancati invii di personale presso il nostro ospedale. È incredibile pensare che, fino a poco tempo fa, le sostituzioni del personale avvenissero più o meno regolarmente, garantendo la continuità delle prestazioni mentre ora purtroppo ci si trova di fronte ad una frenata delle sostituzioni.
Anestesisti, chirurghi e cardiologi stanno diminuendo in modo allarmante (e non solo loro) a causa di pensionamenti e trasferimenti, mettendo in serio pericolo - scrive Sanna sui social - la funzionalità della nostra camera operatoria ed il mantenimento dei livelli delle prestazioni estive. 

Alcuni parlano di un disegno per colpire Colleferro, tuttavia non voglio assolutamente credere a tali teorie anzi le respingo perché so che la  priorità delle istituzioni è la salute e il benessere dei nostri concittadini.

Appena il Presidente Rocca risponderà alla mia richiesta di udienza, nella quale ho sollecitato notizie sulla Risonanza Magnetica, gli porgerò anche questo problema urgente.  Nei prossimi giorni redigerò due note: una da inviare all'ASL RM5, nella quale chiederò un intervento immediato per risolvere questa situazione ed un'altra indirizzata ai colleghi sindaci del territorio per organizzare un incontro urgente su tali questioni. 
Sono convinto che otterrò la massima collaborazione in entrambi i casi. Il problema è evidente e richiede una soluzione tempestiva. E’ in gioco la salute dei cittadini  e non possiamo permettere che la situazione degeneri".

Il Sen. Salvitti difende l'operato della giunta Rocca

"Dopo anni di silenzi assordanti, nonostante l’azione scientifica di demolizione del nostro nosocomio, cambia l’atteggiamento, tentando di gettare discredito sull’attuale guida regionale, sapendo benissimo che le responsabilità dell’attuale situazione vengono da lontano. Ciò che è certo, rispetto al passato, è che - spiega il Sen. Giorgio Salvitti -  l’attuale vertice regionale parte da una visione diametralmente opposta rispetto al passato, completamente romanocentrica. La crescita della sanità di prossimità, la vicinanza ai territori, la valorizzazione delle altissime professionalità presenti nei nosocomi delle province sono punti fermi dell’ottica dell’attuale sanità laziale anche in salvaguardia della sanità romana. Testa bassa e lavorare, senza inutili vetrine".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, mancano i medici in ospedale. Sanna chiede lumi a Rocca

FrosinoneToday è in caricamento