rotate-mobile
Valle Del Sacco

Colleferro, calcio senza autorizzazioni? Scoppia la polemica e l’amministrazione ‘richiama’ Coviello

Le dichiarazioni del presidente della Ssd hanno provocato la reazione del sindaco e degli altri componenti della maggioranza

Scoppia la polemica intorno allo sport ed in particolare al calcio colleferrino. L’amministrazione comunale in una nota replica al presidente della Ssd Colleferro Calcio, l’imprenditore Coviello che avrebbe parlato di mancanza di attenzioni legate all’estrazione politica.

“Ci è stato riferito – scrivono in una nota inviata alla stampa il Sindaco, la Giunta, i consiglieri di maggioranza - che il Presidente del Colleferro Calcio, Coviello, questa mattina abbia affermato al microfono che non riceverebbe delle autorizzazioni poiché lui di destra e noi di sinistra.

Affermazione alla quale vogliamo dare il giusto peso. Forse si è sbagliato e crediamo sia legittimo attendere una sua precisazione. Ci chiediamo: cosa c’entra la politica con lo sport?

Inoltre, in questa mattinata di sport presso il campo Caslini che ci apprestiamo a rifare con un investimento da mezzo milione di euro, ci giunge notizia che in campo ci fosse il candidato del centrodestra a Segni.

Ora, legittimo non invitare l’amministrazione, ci mancherebbe. Ma cosa c’entra la campagna elettorale di Segni con lo sport? Ce lo domandiamo per la seconda volta.Crediamo che tutto questo sia molto grave. Non si approfitta di un luogo pubblico, dove le persone si recano per amore dello sport per scopi politici e elettorali”.

In serata è arrivata la replica della Ssd Colleferro Calcio

"Il comunicato diramato dal Sindaco, dalla giunta e dai consiglieri di maggioranza ci costringe ad alcune precisazioni. Sappiamo benissimo che lo sport non va confuso con la politica. Non deve certo insegnarlo chi da due anni non risponde alla legittima richiesta di autorizzare la possibilità di aprire un chiosco a disposizione del pubblico e delle tante famiglie che frequentano lo stadio per seguire i loro ragazzi. Va anche precisato che sia il Sindaco che gli amministratori sono stati più volte invitati dalla società a presiedere gli eventi sportivi.

Tranne l’unica eccezione della presenza dell’Assessore Zangrilli nel periodo di preparazione del campionato, non abbiamo mai avuto il piacere di vedere il Sindaco sugli spalti. Per quanto riguarda il finanziamento per il rifacimento del campo è bene ricordare che questi interventi dovevano essere effettuati già l’anno scorso e che sono indispensabili ai fini della omologazione del campo sportivo. Quanto alle presenze dell’ex Sindaco e Parlamentare si fa semplicemente notare che non si è trattato di una presenza episodica ma di una persona che è anche direttore generale della squadra. Nulla a che vedere con le competizioni elettorali in corso nei paesi vicini.

Questione di stile

Dal Sindaco ci saremmo aspettati un atteggiamento diverso e il ringraziamento al nostro Presidente per l’impegno profuso, sul piano sociale ed economico, per riportare in alto il nome di Colleferro in quello che è lo sport più amato dagli italiani. Ma evidentemente è una questione di stile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, calcio senza autorizzazioni? Scoppia la polemica e l’amministrazione ‘richiama’ Coviello

FrosinoneToday è in caricamento