menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, altre grandi aziende presto saranno operative nel polo logistico

Questo l’annuncio del sindaco Sanna per un 2021 in cui continuerà l’espansione dell’area ai confini con il comune di Paliano

Il polo Logistico del comune di Colleferro dopo l’arrivo dei due colossi Amazon e Leroy Merlin continuerà ad essere completato con altre importanti aziende che installeranno i loro hub logistici nell’ampia zona tra l’ex discarica di Colle Fagiolara e La Selva di Paliano. Queste in sintesi le parole del sindcao Sanna che abbiamo incontrtato nei giorni scorsi.

Per quanto riguarda il polo logistico sindaco sappiamo che dovrebbero arrivare altre imprese importanti è vero?  “La chiusura della discarica ha fatto si che divenisse un luogo per grandi aziende dell’industria. Chiusa quella pagina triste dell’inquinamento ambientale, soprattutto per l’inquinamento da rifiuti portati sul nostro territorio – spiega a frosinonetoday.it il sindaco Pierluigi Sanna - sono arrivate Leroy Merlin ed Amazon e sono in arrivo ulteriori ed importanti protagonisti della logistica europea, non posso fare i nomi al momento, anche se in misura minore dal punto di vista della grandezza rispetto a quelli già esistenti,  che occuperanno gli ultimi lotti rimasti liberi.

Non c’è nessun ampliamento del polo logistico, c’è un completamento del Polo Logistico che dal punto di vista urbanistico concluderà la sua funzione di area industriale, che non aveva mai concluso perché la presenza della discarica in qualche modo lo impediva, anzi scoraggiava qualsiasi imprenditore ad operare in quell’area. Quell’area sarà conclusa e ci saranno ulteriori investimenti, anche pubblici, perché a noi interessa lo sviluppo. È stato uno sviluppo integrato  ed a noi interessa lo sviluppo decoroso e non abbiamo nessuna intenzione di lasciare quell’area abbandonata. Noi vogliamo quell’area che sia ben vista, anche curata e adeguatamente mantenuta in modo tale che si possa mettere a disposizione del territorio, per una occasione importante di crescita economica. Abbiamo già fatto una grande riunione con tutte le realtà presenti in loco e con gli industriali della zona, affinché prima possibile si possa varare un grande “maxi condominio” al fine di integrare aziende ed amministrazione per un investimento di 300-400 mila euro l’anno  soltanto per il decoro e il mantenimento dell’area. Credo che questo sia un unicum nel Lazio. Un intervento pubblico privato a tutela e garanzia di un luogo che deve essere di cambiamento strutturale. Dalla puzza atroce della discarica, magari alla cura del verde delle alberature, al mantenimento delle strade  e di accesso, ed anche perché no se necessario all’ampliamento della zona”.

È previsto secondo voi l’ampliamento del casello autostradale e dello stesso parcheggio esterno? “Il lavoro svolto dalla Polizia Locale, dalla Polizia Provinciale con l’aiuto dei manager delle aziende citate ci ha consentito di regolare il traffico. Ci sono indicazioni dettagliate soprattutto per i camionisti che possono seguire una strada d’ingresso e una d’uscita. È allo studio delle Polizie locali e Provinciali anche un’altra manovra interna al polo logistico, che potrà consentire un’ulteriore fruibilità delle aree stradali e con l’aiuto dei privati che si sono resi disponibili assieme ad Astral, Città Metropolitana e Comune di Colleferro  possono migliorare quanto è già stato fatto in queste settimane non solo per il traffico pesante. Si è aperto anche un discorso autostrade per l’Italia per il miglioramento del casello autostradale. Ad oggi è un casello che meriterebbe una sistemazione migliore  soprattutto l’accesso alla provinciale. Anche perché l’accesso a raso crea un rallentamento che potrebbe essere risolto”.

Per quanto riguarda il Piano Regolatore Generale? “Il Piano è stato fatto ed è concluso. Abbiamo dimostrato che senza spendere 150.000 l’anno di curatori metodologici universitari, che poi  non arrivano da nessuna parte, senza fare voli pindarici si può.  Utilizzando la normativa regionale vigente, fare il Piano Regolatore Generale senza colpo ferire. Noi di fatto abbiamo concluso con le tre grandi varianti che abbiamo approvato alla conclusione della scorsa legislatura. Una con la legge sulla rigenerazione urbana sull’area ex BPD che è un grande esperimento, forse il più grande d’Italia. Una grande area industriale di cui si sta interessando Istituto Nazionale di Urbanistica e che ci permetterà variazioni importanti quali La Via Romana, un recupero dell’area molto bella ed abbandonata da anni. La seconda è la variante dell’arco dei Monti Lepini un completamento che affronta l’ingresso praticamente a Segni. In ultimo la variante del IV Km che dopo quasi un decennio si conclude positivamente con le azioni di riordino che vanno fatte insieme alla Regione e che siamo pronti a fare  senza problemi.  Questa è la prova che dal 1984 nessuno aveva fatto  il Piano Regolatore Generale. Noi lo abbiamo fatto e lo abbiamo portato a casa. Da questo punto di vista mi sento orgoglioso. È stato fatto un grande lavoro di riordino, un grande lavoro di impostazione  di urbanistica comunale che va verso il recupero, il basso consumo di suolo e l’ingresso della città che va in luoghi che sono stati sempre vietati come quello della ex BPD”.

Quindi una grande rivalutazione dell’interà città? È sotto gli occhi di tutti. Ora, non voglio attribuirmi meriti che non ho, anzi io ho fatto a mala pena il mio dovere. Però, credo che la Colleferro di oggi sia molto diversa da quella che io ho ereditato nel 2015. È  stato un lavoro collegiale, fatto dalla maggioranza fatto dalla giunta passata e che continuerà con quella nuova, nella quale io ho fatto il primo inter pares dove i frutti si vedono. Se noi in questo momento facciamo fatica a rispondere alla quantità e alla qualità degli investimenti, significa che abbiamo lavorato bene. Nel 2015 qui per investire non bussavano neanche alla porta. Di questo ne sono orgoglioso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Frosinone, oggi si festeggia "Santa Fregna"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento