menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, sabato i funerali di Giuseppe Sinibaldi, intanto la discarica è ferma

Le esequie funebri dell’operaio morto mentre era a lavoro a Colle Fagiolara si svolgeranno alle 15 nella chiesa di San Bruno

Dopo l’esame autoptico e la remissione della salma ai familiari è di questi minuti la notizia che si svolgeranno domani pomeriggio alle ore 15 nella Chiesa di San Bruno a Colleferro (nei pressi del cimitero comunale) i funerali dello sfortunato Giuseppe Sinibaldi. L’operaio morto sabato scorso mentre era a lavoro all’interno della discarica di Colle Fagiolara dopo essere stato urtato da un camion in manovra che stava scaricando rifiuti nella parte più alta della collinetta.

Una morte veramente assurda

Un volo assurdo di diversi metri che ha provocato la morte del 63enne, originario di Gavignano ma residente a Colleferro da molto tempo. Una morte che ha scioccato un’intera comunità che siamo sicuri domani si stringerà attorno ai due figli per l’ultimo toccante saluto a Giuseppe.

Chiusi i conferimenti in discarica

Nel frattempo dalla giornata di oggi la discarica di Colleferro si ferma. Il provvedimento di stop ai conferimenti è stato adottato dal presidente di Lazio Ambiente, Daniele Fortini, che ha disposto la "chiusura immediata dei conferimenti in discarica" in seguito agli sviluppi delle attività investigative scaturite dalla morte, avvenuta sabato scorso, di un operaio, travolto da un camion all'interno dell'impianto di smaltimento.

Le parole del Presidente Fortini

"Comunico che, in ottemperanza alle prescrizioni di cui al verbale di accertamento notificatomi in data odierna, è stata disposta l'immediata sospensione delle attività di conferimento dei rifiuti in discarica al fine di adottare immediatamente tutte le misure e gli interventi di cui al citato verbale", scrive Fortini in una comunicazione arrivata agli organi di stampa.

Indagato l'autista del camion

Il verbale è stato redatto dalla Asl, dopo gli accertamenti sul livello di sicurezza nell'impianto, e la chiusura dovrebbe durare un paio di giorni. Ma nel frattempo Ama dovrà trovare un'alternativa su dove mandare le 1.150 tonnellate al giorno di rifiuti che invia quotidianamente nella discarica di Colle Fagiolara e gli abitanti di Roccasecca nel sud della provincia di Frosinone, dove c’è un’altra grande discarica di indifferenziato, già tremano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento