Valle Del Sacco

Colleferro, la tragica morte di Giuseppe Sinibaldi scuote le coscienze

Una morte sul lavoro sulla quale va fatta chiarezza. Mobilitazione in piazza dell’Ugl

A distanza di quasi due giorni dalla morte del 63enne Giuseppe Sinibaldi mentre era al lavoro all’interno della discarica di Colle Fagiolara a Colleferro ancora non si placa l’eco di questa immane tragedia. Se da una parte la magistratura sta andando avanti con le inchieste per capire come possa essere avvenuto il fatale incidente dall’altra i cittadini ed i sindacati si mobilitano per chiedere più sicurezza sui luoghi del lavoro.

La notizia della tragedia

Oggi è la giornata del lutto cittadino proclamato dall’amministrazione comunale. Nella giornata di domenica c’è stata la manifestazione dell’Ugl dietro Piazza Italia in pieno centro a Colleferro ed oggi (tempo permettendo) ne sono in programma delle altre dalle parti della discarica.

La nota dell’Ugl

“Oggi sono qui a Colleferro, nella sede territoriale dell'UGL, per ricordare insieme il nostro iscritto Giuseppe Sinibaldi, vittima di un drammatico infortunio nella discarica di Colle Fagiolara. Una ennesima e inaccettabile morte sul lavoro che doveva essere evitata.” Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, presente alla manifestazione. “È necessario promuovere una maggiore cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro e più formazione per i dipendenti. Con il tour ‘Lavorare per vivere’ l’Ugl vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno delle 'morti bianche'. Diciamo basta a queste stragi!"

Hanno preso parte alla commemorazione: Claudio Durigon, Deputato e già Sottosegretario di Stato al Lavoro; Luigi Ulgiati, Vice Segretario Generale dell'Ugl, Armando Valiani, Segretario dell'Ugl Lazio, Ermenegildo Rossi, Segretario Ugl di Roma, due delegazioni di CGIL e UIL e tanti iscritti UGL e cittadini di Colleferro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, la tragica morte di Giuseppe Sinibaldi scuote le coscienze

FrosinoneToday è in caricamento