Valle Del SaccoToday

Colleferro, spaccio di cocaina in centro ai tempi del coronavirus

Due giovani sono stati beccati dai poliziotti del locale commissariato con la droga nascosta in casa ed in un tombino

Foto dio archivio

Spaccio a domicilio nonostante tutti i divieti imposti dal decreto legge del 25 marzo scorso per evitare la diffusione del coronavirus. Questo quanto scoperto nelle ore scorse dai poliziotti del commissariato in pieno centro a Colleferro, nel sud della provincia di Roma, e che ha portato alla denuncia di due giovani del posto:  M.E. S.M. di anni 29 ed L.B.E. di anni 26 per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ex Art.73 D.P.R.390.

In particolare i poliziotti, transitando in una via del centro cittadino di Colleferro, notavano strani movimenti di persone che entravano e uscivano da un portone di un’abitazione privata, nella circostanza, visto che i soggetti denunciati, non erano in grado di dare una giustificazione circa la loro presenza sul posto, gli operanti decidevano di accedere all’interno dell’appartamento per effettuare una perquisizione. Una volta all’interno udivano il rumore dello scarico del water nel quale veniva rinvenuta sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Nell’immediatezza si procedeva ad una ispezione della rete fognaria riuscendo a recuperare all’interno del pozzetto di scarico esterno degli involucri di cellophane contenenti circa 2 grammi di cocaina suddivisa in 3 confezioni e un grammo di Marijuana che venivano sequestrati. La perquisizione all’interno dell’appartamento portava al rinvenimento ed al sequestro di ulteriori 5 grammi di sostanza da taglio e 720 euro in contanti probabilmente riconducibili all’attività di spaccio dello stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento