Venerdì, 19 Luglio 2024
Il fatto

Colleferro, stazionarie le condizioni del 19enne accoltellato in strada

Intanto, le indagini vanno avanti. Fermato un ragazzo della zona che potrebbe essere il presunto aggressore

Sono stazionarie le condizioni del ragazzo di appena 19 anni che martedì sera è stato accoltellato in pieno centro a Colleferro nei pressi di Piazza Aldo Moro. Il ragazzo si trova ricoverato in ospedale con una ferita da arma da taglio al petto ed all’addome. La speranza è che la forte tempra lo aiuti a superare questi giorni di difficoltà

Allertata con diverse chiamate la centrale operativa del 112 sul posto, la sera dell’aggressione, sono quindi intervenuti i carabinieri. Secondo quanto appreso da alcuni testimoni presenti sul posto, gli stessi militari avrebbero portato via un ragazzo della zona che sarebbe il presunto aggressore. Da fonti ufficiali non trapelano dettagli e le notizie ad esso collegate, sono in mano ai giudici del tribunale di Velletri.

Le reazione della gente comune

Per questo nuovo episosio di violenza avvenuto a Colleferro a distanza di neanche un mese dall’aggressione del giovane Cristian sui social si è scatenato il dibattito sulla sicurezza di questa cittadina nell’estremo sud della provincia romana.

Diversi genitori si chiedono: “Cosa sta succedendo a questi ragazzi? La vita, non ha nessun valore.Tutti liberi di picchiare e uccidere. Un altro ragazzo accoltellato a Colleferro. Un altro figlio di tutti. Ma noi adulti, dove stiamo sbagliando? Ora non diamo la responsabilità al sindaco o alle forze dell' ordine. Abbraccio quella povera mamma, che questa sera, disperata toglieva da un sacco gli indumenti del figlio insanguinati. Ognuno di noi,dovrebbe porsi delle domande e tutti,come comunità, trovare delle risposte... concrete”

“Con quali valori della vita questi ragazzi sono cresciuti? – aggiunge un'altra signora - Leggo spesso la società ,il controllo dalle forze dell'ordine,il comune,il sindaco e.....non si sa a chi altro additare la responsabilità.Ma se per andare a passare una serata già si parte dal richiamare il controllo delle forze dell'ordine come imposizione al comportarsi civilmente vuol dire che stiamo alla frutta, perché se poco poco succede che si accoltellano la colpa è delle forze dell'ordine...eh già sti figli sono stati cresciuti dalle forze dell'ordine che non gli hanno insegnato l'abc della vita.Poveri noi”.

Le parole del consigliere Patrizi

Al livello istituzionale l’unico che si è pronunciato sulla vicenda, per il momento, è il consigliere comunale Fabio Patrizi che parla di un nuovo episodio che lascia sbigottiti. “Purtroppo gli episodi criminosi del passato a Colleferro, non hanno placato in nessun modo la violenza ingiustificata di chi ha scambiato la strada, per un luogo senza regole e senza civiltà.

Ancora una volta ci ritroviamo a commentare un episodio che ci lascia sbigottiti e perplessi.

Non c’è giustificazione plausibile ad un atto così insensato, in pieno centro, senza considerare le possibili conseguenze per chi subisce un aggressione del genere.

Non entro nel merito dell’episodio specifico, perché non mi si addice, ma confido fortemente nella giustizia e nel lavoro delle forze dell’ordine.

Permettetemi però di augurare una pronta guarigione al ragazzo ricoverato all’ospedale di Colleferro.

L’ultima volta che ho evidenziato un problema in termini di sicurezza in città, sono stato tacciato per sciacallo e per allarmista, però la violenza reiterata in questi ultimi anni, non sembrerebbe un problema da sottovalutare. Prevenire è sempre meglio che curare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, stazionarie le condizioni del 19enne accoltellato in strada
FrosinoneToday è in caricamento