rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Il dietrofront

Colleferro, annullata la corsa degli asini e delle polemiche. Non era mai stata autorizzata

Gli organizzatori confermano l’errore nella pubblicazione del manifesto ma spiegano anche che il benessere degli animali veniva prima di tutto

Del primo Palio città di Colleferro con la Corsa degli Asini rimarrà solo un manifesto. È di questi minuti la conferma da parte del sindaco Sanna che la manifestazione in programma per domenica prossima il pomeriggio al Castello Vecchio ed organizzata dalla consulta dei comitati di Quartiere non si farà più.

Un retro font totale per una manifestazione che nei giorni scorsi aveva provocato sui social una miriade di polemiche per una corsa che vedeva "protagonisti" degli asinelli con delle ragguardevoli cifre come premi ai primi tre classificati: 1200 al primo, 800 al secondo e 500 al terzo classificato.

Nel famoso manifesto fatto girare in questi giorni vi era sia il logo del comune ma anche quello di due importanti sponsor ma gli organizzatori ci hanno confermato che l’errore della pubblicazione prima dell’approvazione definitiva del comune è stato loro.

Manifesto asini-2

Le parole del sindaco Sanna

“Questa manifestazione  – ci spiega il sindaco Sanna-  non è mai stata autorizzata e ne approvata dai nostri uffici, quindi semplicemente non si farà”.

Le parole degli organizzatori

“Doveva essere una bella cosa ma si è trasformata in una mega polemica e qindi è giusto che venga annullata. Una corsa di 120 metri – spiegano gli organizzatori al telefono con frosinonetoday.it - che non avrebbe provocato nessun problema agli animali anche perché avrebbero corso nel tardo pomeriggio e dopo l’ok del responsabile della Asl. Nella manifestazione ci sarebbero stati anche degli asini a disposizione dei bambini ed il tutto era stato fatto nel massimo rispetto del benessere degli animali stessi. Infatti, ci sarebbe stata sia la Asl ed i veterinari per controllare la situazione e lo stato di salute degli animali ed anche una clinica ed un ambulanza veterinaria. L’organizzazione si prende la responsabile del manifesto affisso con il logo del comune prima dell’autorizzazione. Spero che in futuro si possa fare un tavolo con le associazioni del posto che si sono opposte a questa manifestazione per far capire loro quanto ci teniamo al benessere degli animali”.

Le parole del consiglie Patrizi

Uno dei primi a sollevare dubbi su questa manifestaizone era sttao il consigliere di opposizione Fabio Patrizi (FdI) che ne aveva chiesto l’annullamento, cosa che poi è avvenuta.

“Alla luce della mia carica di Consigliere Comunale di opposizione e Vicepresidente del consiglio comunale di Colleferro, prendo le distanze da questa retrograda iniziativa, qualora fosse confermata, patrocinata dal Comune di Colleferro. Trovo inaccettabile – scrive Patrizi su facebook - che nel 2022 si possa assistere ad una competizione del genere, per lo più con premio economico per i possibili vincitori. Chiedo inoltre l’immediata cancellazione dell’evento del 5 Giugno, con le dimissioni immediate del presidente della Consulta dei Comitati di Quartiere". Lo stesso Patrizi si è detto soddisfatto della decisione presa ma: "Con l'annullamento di questa manifestazione è emerso un problema politico amministrativo. Troppo facile annullare la manifestazione dopo i malumori. Sarebbe stato il caso di ragionarci meglio prima ed evitare queste figuracce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, annullata la corsa degli asini e delle polemiche. Non era mai stata autorizzata

FrosinoneToday è in caricamento